Fondazione AIDA

Ho preso visione e accetto le modalità di trattamento dei dati personali descritte alla pagina Privacy Policy

Prosa

Se l’anima della nostra proposta artistica si fonda sul teatro ragazzi, una parte dell’attività di produzione è dedicata alla prosa che ci permette di raggiungere il pubblico degli adulti, ma anche di attivare collaborazioni e sperimentare linguaggi differenti.

Un’attenzione particolare è dedicata alla Commedia dell’Arte che negli anni è stata valorizzata dall’arrivo di Pino Costalunga, direttore artistico con Roberto Terribile.

Sua la regia ad esempio Chi Canta e Chi non canta.. Conta!; Banche Palanche Rotte assieme all’ Anonima Magnagati, Parole Venete e Parole in punta di lingua, spettacoli incentrati sullo studio del linguaggio e in particolare della lingua e musica veneta.

Di risonanza internazionale, invece, Il sogno di Arlecchino, viaggio nella Commedia dell’Arte rappresentato in Australia più volte ma anche a New York in occasione del Columbus Day. Lo spettacolo ripercorre la storia di Tristano Martinelli, padre della maschera di Arlecchino.

Tra le collaborazioni segnaliamo la messa in scena per la prima volta del romanzo Pianoforte Vendesi di Andrea Vitali, con Adriano Evangelisti, musiche originali di Patrizio Maria D’Artista. Il regista Raffaele Latagliata ha lavorato a stretto contatto con lo scrittore.

Oppure ancora Novecento messo in scena da Cesare Picco e Fabio Mangolini.

Da ricordare la preziosa collaborazione con Letizia Quintavalla, regista di HIJAB o del CONFINE: voci e sguardi di donne tra il mondo nascosto e il mondo sacro del velo.

Pregevole anche il contributo di Titivillus Mostre Editoria, con Andrea Mancini, in diversi progetti internazionali come la mostra dedicata a Pier Paolo Pasolini a New York.

Nel 2008 abbiamo inoltre lavorato con Irina Brook (figlia del noto regista Peter Brook). Siamo stati i distributori del suo En Attendant Le Songe – Aspettando il sogno, tratto da Shakespeare.

Un racconto tra il serio e il divertito di quello che ha significato e significa la parola e in particolare la parola del dialetto veneto o dei dialetti del Veneto nel suo incontro/scontro con la lingua italiana, su testo di Pino Costalunga accompagnato dalle musiche di Sergio Marchesini e Giorgio Gobbo della Piccola Bottega Baltazar. Uno spettacolo che con leggerezza e gioia tocca il tema fondamentale di cosa sia la nostra lingua e quindi di chi siamo noi.

Pianoforte vendesi è la storia di un ladro che deve scegliere tra le buone e le cattive azioni: il bianco e il nero, come i tasti del pianoforte. Uno spettacolo tratto dall’omonimo best seller di Andrea Vitali, con Adriano Evangelisti per la regia di Raffaele Latagliata.

Resta in contatto con noi!

Compilando correttamente il modulo che segue, ti aggiornaremo su spettacoli, eventi, iniziative della fondazione


corsi per adulticorsi per bambinicorsi per insegnantiformazione professionaleincontri e conferenzespettacoli per bambini e ragazziteatro prosa e musica

Ho preso visione e accetto le modalità di trattamento dei dati personali descritte nella pagina Privacy Policy