•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Progetti di Lettura
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

L’Estate Teatrale Veronese dedica a bambini e ragazzi quattro serate di spettacolo. Dal 2 al 5 settembre Fondazione Aida, storica realtà specializzata nella produzione teatrale per questa fascia d’età, presenterà le nuove produzioni: Leo inventa tutto (2 settembre), Cipì (3 settembre) e Ma perché tutti mi chiamano Frankenstein? (4 e 5 settembre).

Gli spettacoli si terranno alle ore 20.30 presso il Teatro Camploy (via Cantarane, 32).
Prenotazioni al numero 0458001471. Biglietti: 5/6 euro (ridotto fino a 12 anni).

 
Programma:

 

LUNEDÌ 2 SETTEMBRE ORE 20:30
LEO INVENTA TUTTO
dai 5 anni

Inaugura questa sezione del Festival organizzato dal Comune di Verona il debutto di Leo inventa tutto di Matteo Mirandola, in scena con Andrea Avanzi e Jessica Grossule, allestito per i cinquecento anni dalla scomparsa di Leonardo. Un compito non facile quello di restituire ai ragazzi, il profilo di questo protagonista del Rinascimento, emblema della ragione, ma anche di quella creatività che porta l’uomo a superare limiti e discipline: Leonardo è pittore, scultore, inventore, anatomista, scienziato, ingegnere militare e tanto altro. Ma è soprattutto un uomo che è stato un bambino con tanta fantasia. Fondazione Aida ha l’ambizione di restituire ai ragazzi tutto questo attraverso uno spettacolo semplice, con oggetti animati, una bambina curiosa in dialogo con lo stesso protagonista.

 

********************

 

MARTEDÌ 3 SETTEMBRE ORE 20:30
CIPÌ
da 4-8 anni

Di altra natura è invece Cipì di Selene Farinelli e Stefano Piermatteo. Se da una parte si ritrovano i temi cari a Mario Lodi legati alla formazione del bambino e alla sua voglia di crescere, dall’altra lo spettacolo utilizza le tecniche tradizionali del teatro di figura per indagarne le possibilità nel digitale: le videoproiezioni e un software appositamente realizzato permettono agli attori di animare i personaggi in tempo reale secondo la tecnica dello stop motion, modificando le illustrazioni per essere composte e animate dal vivo. (Con Fabio Slemer, Enrico Ferrari e Marco Profita).

 

********************

 

MERCOLEDÌ 4 e GIOVEDÌ 5 SETTEMBRE ORE 20:30
Fondazione AIDA e FEBO Teatro
MA PERCHÉ TUTTI MI CHIAMANO FRANKENSTEIN?
dai 4/5 anni

 

Doppia replica invece per lo spettacolo Perché tutti mi chiamano Frankenstein? di Pino Costalunga, una coproduzione Fondazione Aida e Febo Teatro che il 4 e 5 settembre farà il suo debutto a Verona.“Lo spettacolo parte molto liberamente dal famoso romanzo di Mary Shelley, che benché abbia più di duecento anni riesce sempre a dare spunti di grande attualità – spiega Costalunga. In questa libera versione per ragazzi, nella giusta misura, Frankenstein è un mostro, ben interpretato da Matteo Teo Fresch, semplicemente perché diverso da tutti gli altri, frutto della fantasia. Purtroppo spesso la fantasia impaurita crea mostri anche là dove non ci sono e impedisce il confronto e spesso limita addirittura la nostra capacità di amare, portandoci alle volte a quel sentimento deleterio che è l'odio. I protagonisti della storia, oltre al già citato, sono Nicola Perin e Claudia Bellemo, musiche e canzoni originali di Leonardo Frattin. 

 

******************** 

 

Location: Teatro Camploy - Via Cantarane, 32, 37121 Verona VR

 

Biglietti:

  • Bambini fino a 3 anni: ingresso gratuito
  • Bambini e ragazzi fino a 12 anni: 5,00 €
  • Adulti: 6,00 €

 

La biglietteria sarà aperta da un'ora prima dello spettacolo presso il Teatro Camploy. È possibile prenotare i biglietti telefonando al numero 045/8001471



 

All
Photo
Video

Appuntamenti

Video

LA RICERCA NON HA DATO RISULTATI

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.