•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Progetti di Lettura
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

68 JUKE BOX

01 dicembre 2018 - Teatro Italia - ore 21:00

Regia: Manuel Renga

Drammaturgia: Margherita Monga

Con: Cristiano Parolin e Martina Lazzari

Consulenza Musicale: Enrico De Angelis

Raccontiamo i moti del 68' attraverso le canzoni di quegli anni, attraverso la poetica di Pietrangeli, dei Gufi, di M.Straniero e molti altri che, avendo avuto la fortuna di non essere censurati, sono arrivati fino a noi. E poi ci sarà il mistero di alcuni messaggi che arrivano all'assemblea dall'esterno: messaggi dei bidelli, dei poliziotti e messaggi che sembrano provenire da uno strano futuro. La situazione si scalderà fin quasi all'evacuazione della scuola, lasciando aperte domande importanti: un ordine deve per forza essere sovvertito per essere modificato? Serve la violenza per cambiare le cose? La società nata dopo il 1968 si ricorda ancora le sofferenze e i sacrifici di quegli anni? E si ricorda ancora lo slogan più importante che era "È vietato vietare"?

 


 

LA GUERRA di C. GOLDONI

09 febbraio 2019 - Teatro Mondo 3 

Produzione Aria Teatro

Regia: Simone Toni

 

Goldoni in questo testo dimostra non solo di aver brillantemente avviato la riforma del teatro italiano, ma anche di aver fatto un balzo nel '900 di non poco conto. In questa commedia si respira una suggestiva atmosfera brechtiana in cui agiscono i personaggi goldoniani, quasi sorpresi di trovarsi altrove. Questo ci autorizza a immaginare uno spettacolo vivo, dal ritmo vorticoso, in cui i personaggi devono vivere le loro vicende sulla scena perché non sanno se sopravviveranno dietro le quinte dove imperversa appunto la guerra.  


DALI VS PICASSO

19 febbraio 2019 - Teatro Mondo 3 

Produzione AttoDue e Festival di Teatro Romano di Volterra

Di: Fernando Arrabal

Con: Manola Nifosì. Sergio Aguirre, Elena Fabiani e Luigi Monticelli

Scenografia: Cristina Conticelli da un’idea de Manola Nifosì

Costumi: Alessandra Vadalà

Sartoria: Maria Teresa Oteri

Disegno Luci: Alessandro Ruggiero

Regia: Manola Nifosìe Sergio Aguirre

 

Parigi 1937. Dalì e Picasso si confrontano in un dialogo teso e devastante sulle loro due opere emblematiche: Costruzione molle con fagioli bolliti e Guernica.

Scontro fra Titani.

Scontro tra generazioni.

Scontro fra padre e figlio.

Dalì sceglie Picasso come padre, ne cerca l’attenzione e il riconoscimento per poi poterlo “uccidere”, affascinato dal pensiero freudiano che vede un “eroe” in tutti coloro che “si rivoltano contro l’autorità paterna e la dominano”. E lo scontro si materializza. Campo di battaglia è l’artista e il suo “impegno”: opere che illustrano, documentano, denunciano didascalicamente; oppure opere che rappresentano, interpretano e traducono la realtà in un linguaggio diverso e universale?Parlare del proprio tempo in una lingua fuori dal tempo, tanto da diventare “pericolosi” e “contro”, in questa ambizione di eternità. Le donne, che assistono, sembrano relegate al ruolo stereotipato e passivo di generatrici del desiderio, necessario alla creazione. Ma eccole dettare le regole del gioco, a cui tutti stanno partecipando più o meno consapevoli, e la situazione si ribalta: Dora e Gala, come “deus ex machina”, spostano le pedine sullo scacchiere. Mentre Dalì e Picasso entrano ed escono dai loro quadri in un gioco che trasforma continuamente il paesaggio. Un gioco che “decontestualizza” gli oggetti per “ricontestualizzarli” alla ricerca delle “risposte”, attraverso le piccole miserie umane, le ambiguità, verso la rivelazione ed il colpo di scena finale.

 

All
Photo
Video

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.