•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Progetti di Lettura
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

Il libro narra la storia di Cipì, passerotto che si distingue dai suoi simili sin dal suo primo giorno di vita per la sua voglia di esplorare il mondo. Già dalla nascita il nido gli sta stretto e i consigli della mamma non bastano a frenare la sua curiosità: il desiderio di conoscere il mondo è sempre più forte di qualsiasi prudenza. Eppure questa sua ribellione lo porta a misurarsi con grandi esperienze ed imprese: scopre le bellezze della natura, il valore dell'amicizia, impara a difendersi dagli uomini, dal signore della notte (un gufo) e dal temporale. Alla fine, diventa padre e insegna ai suoi figli: "ad essere laboriosi per mantenersi onesti, ad essere buoni per poter essere amati, ad aprire bene gli occhi per distinguere il vero dal falso, ad essere coraggiosi per difendere la libertà".

Il libro Cipì nasce negli anni 70, all'interno di un preciso percorso pedagogico fondato sul rispetto del bambino e sulla libertà di apprendimento. Mario Lodi è stato un maestro rivoluzionario e autore, creatore insieme ai suoi ragazzi di un libro complesso, che allo stesso tempo descrive gli aspetti gioiosi ma anche difficili della crescita.

Nello spettacolo sono sviluppati i temi legati alla formazione del bambino: la curiosità e il desiderio di essere se stessi che richiede a volte un po’ di trasgressione e il rifiuto dell'omologazione; il ruolo fondamentale dell'educazione dei genitori che devono lasciare libero il bambino di imparare grazie alle esperienze, lo stimolo alla crescita e alla costruzione di una famiglia.

Le tecniche utilizzate per accompagnare l'attore nella narrazione della storia sono quella dell'illustrazione e del video mapping attraverso un'interazione tra i disegni, le immagini e i filmati proiettati.

Un piccolo quadro animato dove si mescolano immagini di fiaba dal sapore di sogno e immagini reali della natura, con i suoi cicli naturali e con le sue regole.

 

Crediti

Con: Enrico Ferrari, Fabio Slemer

Regia: Selene Farinelli

Scenografie: Andrea Coppi, Guglielmo Avesani

Creazione e sviluppo software multimediale: Stefano Piermatteo

Animazioni e video: Costantino Siino

 

Tecnica utilizzata: Teatro d'attore, proiezioni, tecnologie multimediali

Durata: 60 minuti

Fascia di età: 4 – 8 anni

 

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.