•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Progetti di Lettura
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA
La celebre scrittrice svedese incontra i piccoli lettori a Taglio di Po

Nell’ambito dell’XIII° edizione della rassegna Libri Infiniti sarà ospite la scrittrice svedese di letteratura per l’infanzia Åsa Lind, che il 5 maggio alle 11.00 presenterà a Taglio di Po il suo libro Lupo sabbioso, vincitore del prestigioso premio svedese per la letteratura giovanile e per i bambini Nils Holgersson (lo stesso dato ad Astrid Lindgren).

Il libro narra l’amicizia tra una bambina e un lupo di sabbia dorata, mescolando realtà e fantasia. E’ una fiaba moderna sulla difficoltà di crescere capace di parlare tanto ai bambini quanto ai loro genitori.

Åsa Lind ha lavorato come giornalista, ha scritto sceneggiatura per la televisione e la radio, storie brevi e poesie, ha illustrato libri. Oggi abita su un’isola dell’arcipelago Aland sul Mar Baltico e si occupa esclusivamente di letteratura. E’ una dei pochi letterati per i ragazzi che ha avuto l’onore di inaugurare, come rappresentante del paese ospite d’onore, la 55° Fiera internazionale del libro a Belgrado.

Oltre all’appuntamento a Taglio di Po la scrittrice incontrerà i piccoli lettori:

- il 2 maggio nella biblioteca di Ponte nelle Alpi alle 9.00 e alle 11.00;

- il 2 maggio nella biblioteca di Cassola alle 16.45;

- il 4 maggio nella Sala Conferenze delle Barchesse di Gambellara, Palazzo Cera alle 10.00.

Il tour in Italia è organizzato con il patrocinio di Swedish Arts Council.


Fondazione Aida e la letteratura svedese per i ragazzi

C'è un forte legame tra la letteratura per ragazzi svedese e Pino Costalunga, condirettore di Fondazione Aida. Un legame che negli anni si è tradotto in diversi progetti culturali: l'allestimento di Pippi Calzelunghe e di Principessa piccolina, ma anche incontri con autori svedesi nelle scuole e nelle biblioteche italiane, traduzioni di testi svedesi (Principessa piccolina di Ulf Stark e La gita di classe di Moni Nilsson, tradotto a più mani), numerose regie (l’ultima Kanel e Kanin e tutti i sentimenti), ma anche recitazioni e laboratori.

Una collaborazione iniziata per caso quando un organizzatore svedese ha assistito ad una regia di Romeo e Giulietta fatta con i modi della Commedia dell’Arte in Piazza San Marco e ha chiesto a Pino Costalunga di riproporre lo spettacolo durante un festival a Stoccolma. Da lì la richiesta di tenere corsi di Commedia dell’Arte e laboratori alla scuola Kulturama di Stoccolma e seguire regie e recitare con il GRUPPO PAPANELLA TEATER diretto da Marinella Rolfart di Norrköping. Le relazioni artistiche e personali di rispetto e stima reciproci hanno poi portato il condirettore artistico di Fondazione Aida, che è anche riuscito a convincere la figlia di Astrid Lindgren, Karin, ad assistere alle prove di Pippi Calzelunghe a Verona mentre era in vacanza sul Lago di Garda, a continuare a sviluppare progetti di teatro in Svezia e ad imparare lo svedese.

“La passione per questa terra - afferma Pino Costalunga - nasce dalla sua razionalità, ma allo stesso tempo dal suo legame per le tradizioni e quanto di magico c’è in esse. Un luogo speciale che vanta un vastissimo patrimonio letterario per ragazzi iniziato con il primo premio Nobel letterario donna Selma Lagerlöv (Il viaggio meraviglioso di Nils Holgersson), per passare poi ai libri di Astrid Lindgren (Pippi Calzelunghe, Emil, Ronja, I Fratelli Cuordileone, Mio piccolo mio e molti altri) fino ad arrivare agli autori contemporanei. Una letteratura capace di coniugare grande senso di civiltà (rispetto per i bambini e il loro mondo) e grande razionalità a “pensiero magico”, quasi animista, e capacità fantastica. Gli autori riescono a comprimere il loro “ego” adulto per lasciare spazio allo sguardo bambino, che è semplice ma non banale, profondo e senza pregiudizi, riuscendo ad affrontare anche temi spesso scomodi”.

Pino Costalunga ha appena fatto una regia al gruppo PELIKANEN TEATRO di Norrköping sul testo di filastrocche per bambini Kanel e Kanin e tutti i sentimenti di Ulf Stark (a suo avviso uno dei più grandi scrittori di letteratura per bambini).

I consigli di lettura per bambini e ragazzi

Pino Costalunga consiglia molti altri libri svedesi come:

- Il paradiso dei matti, Le scarpe magiche del mio amico PercySai fischiare Joanna di Ulf Stark;

- Tstatsiki e ‘ma e Tsatsiki e ‘pa di Moni Nilsson;

- Mia mamma è un gorilla e allora? e Dante, il ratto gigante di Frida Nilsson;

- L’Isola lontana. Quadrilogia della memoria e Obbligo e verità di Annika Thor;

- Il Mistero di Agnes Cecilia di Maria Gripe;

- Loranga, Masarin e Dartanjang di Barbro Lindgren (in uscita in traduzione inglese per l’editore neozelandese Gecko Press).


Per informazioni: Fondazione Aida - telefono 045 8001471 - fondazione@f-aida.it

 

La rassegna è organizzata in collaborazione con la Provincia di Rovigo, il Sistema Bibliotecario Provinciale di Rovigo, Fondazione Aida, Regione del Veneto e Reteventi, con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e Nati per Leggere, con il patrocinio di Swedish Arts Council.

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.