•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Progetti di Lettura
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

23 OTTOBRE ORE 16.30 

GIAN BURRASCA

tratto da "Il giornalino di Gian Burrasca" di Vamba

Fondazione Aida | 5-11 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Un diario pieno di pagine bianche è il regalo che Giannino Stoppani riceve mercoledì 20 settembre 1905 in occasione del suo nono compleanno: pagine bianche tutte da riempire di fatti e di …misfatti. Il romanzo è un trionfo di fantasia, di gioia e di spensieratezza. Lo spettacolo mette in scene le avventure di un bambino vivace e pieno di gioia di vivere, in un momento in cui i bambini non ricevono più in dono diari con fogli bianchi da riempire con i racconti di sé, ma sempre più oggetti elettronici con i quali imparano a vivere solo in un mondo pre-costruito, virtuale, che spesso li esclude dal contatto con persone e cose e amplia le loro abilità tecnologiche, ma riduce la loro capacità fantastica. Mettere in scena il Giornalino di Gian Burrasca vuol dire riproporre una storia di altri tempi, forse un po’ “fuori moda”, ma che riesce a parlare ancora oggi di un mondo fatto di sentimenti semplici, ma forti, un mondo lontano, ma che ha ancora molto da dire.

 

20 NOVEMBRE ORE 16.30

IL PRINCIPE FELICE

dal racconto di Oscar Wilde

Fondazione Aida | 5-10 anni | 60 minuti | teatro d'attore

 

Lo spettacolo è tratto da una delle fiabe più note, belle, ironiche e commoventi di Oscar Wilde. E' la storia di una profonda amicizia che nasce tra un rondinotto e un principe, ormai statua impreziosita da gioielli pregiati. Amicizia che evolverà fino a diventare amore e condivisione di una sorte apparentemente amara. Nonostante l'arrivo imminente dell'inverno, la rondine rimane per aiutare il principe a distribuire le sue ricchezze ai poveri e ai diseredati della città, dei quali il principe non si era mai accorto quando era in carne ed ossa, perché costretto a vivere perennemente felice dentro le mura del suo invalicabile castello. Lo spettacolo vuole essere dolce, vivace, ironico e commovente proprio come lo è la fiaba capolavoro di Oscar Wilde che sa unire sapientemente tutti questi elementi senza mai indugiare troppo sull'uno o sull'altro.

 

4 DICEMBRE ORE 16.30

RODARIDIAMO

Artisti Associati | 3-10 anni | 55 minuti | teatro d'attore con oggetti animati

La contemporaneità mette il bambino in condizione di entrare in contatto con la tecnologia fin dalla tenera età. I bambini comunicano tra di loro in maniera immediata, con un linguaggio nuovo e in costante evoluzione. Come Rodari anche noi crediamo che il linguaggio della fiaba debba essere moderno e far crescere il bambino attraverso un’evoluzione dello stesso. Al linguaggio del racconto quindi non chiediamo manierismi ma un contatto forte con la realtà, le parole per essere comprese devono appartenere a ciò che fa parte del mondo. Rodari era conscio dell’importanza della narrazione. Riteneva che raccontare una fiaba fosse un modo di parlare del mondo, della realtà, passando dal camino invece che dalla porta. Partendo da questi semplici postulati e prendendo in esame la ‘Grammatica della fantasia scritta’ dal poeta, disegnatore e pedagogista, ‘Rodaridiamo’, è uno spettacolo che ha lo scopo di far capire al piccolo pubblico l’importanza delle parole e come è semplice cadere in fraintendimenti se l’utilizzo è inappropriato; tutto ciò per stimolare l’immaginazione e fare comprendere come cambiando il punto di vista, tutto si trasforma.

 

8 GENNAIO ORE 16.30

UN PAZZO VIAGGIO DI NATALE

Fondazione Aida | 3-8 anni | 60 minuti | teatro d'attore e pupazzi

Irene è in viaggio per andare al mare, ma si ritrova, contro la sua volontà, a dover fare alcune tappe “alternative”. La accompagna un capotreno che è per lei come una guida e che la conduce nei luoghi più diversi, dal pianeta degli alberi di Natale al Polo Nord, dal paese dei bugiardi, dove conoscerà una signora che non riesce a dire la verità, al paese delle favole a rovescio, dove incontrerà una Cappuccetto Rosso incredibilmente arrogante, aggressiva e decisa a mangiarsi il lupo. La curiosità di Irene viene stuzzicata a tal punto che, una volta arrivata a destinazione, decide di non scendere dal treno, ma di continuare il viaggio alla ricerca di nuove, fantastiche (è proprio il caso di dirlo) avventure.

 

19 FEBBRAIO ORE 16.30 

LA CLASSE NON È, SOLO, ACQUA! LA PESCIOLINA

Fondazione Aida | 5-8 anni | 60 minuti | teatro d'attore e pupazzi

C’è un posto un po’ speciale nel Parco del Delta del Po, dove l’acqua di mare incontra l’acqua di fiume: la scuola Pollicino. La maestra è una piccola seppia rosa  appassionata di storie e  i suoi alunni sono pesciolini di acqua salata e d’acqua dolce che nell’acqua salmastra hanno imparato a vivere insieme: dal gigantesco Lucio il luccio alla piccola Alice, che vorrebbe trasformarsi in un pesce volante per sfuggire ai pesci prepotenti che hanno occupato il cortile della scuola. Lo spettacolo è una storia di confluenze: confluenze di caratteri e ambienti diversi, confluenze di fiumi affluenti e confluenze di parole e di racconti di mondi lontani. Uno spettacolo per parlare di multiculturalità e di convivenza, ma anche del mondo affascinante del Parco del Delta del Po di cui rievoca gli abitanti, umani e animali , e le parole.

 

19 MARZO ORE 16.30 

CAMILLA GIORGIO E IL DRAGO 

Fondazione Aida | +4 anni | 60 minuti | teatro d'attore

L'antica leggenda racconta di un terribile Drago che viveva nascosto nel profondo di un grande stagno e terrorizzava tutta la città. Nella nostra versione teatrale ci siamo chiesti : «Ma i draghi esistono davvero? Certo! Ma sono proprio quegli enormi bestioni che sputano fuoco, o sono qualcos’altro? Non è che quello che esce dallo stagno sia il cattivo odore emanato dall'ammasso dei rifiuti tossici accumulati lì dentro, anziché il fiato mefitico del grande mostro sputafuoco? » La principessa Camilla, il Rospo Giorgio e una Mosca antipatica sono i protagonisti di questo spettacolo esilarante e poetico, che con la forza della fiaba affronta i temi del rispetto dell’ambiente e della necessità che tutti noi, piccoli e grandi, ci prendiamo cura ogni giorno della salvaguardia di questo nostro piccolo e prezioso pianeta, soprattutto attraverso il riciclo e la raccolta differenziata.

 

La rassegna è organizzata da Fondazione Aida con il contributo del Comune di Cassola e della Fondazione Banca Popolare di Marostica

All
Photo
Video

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.