•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Progetti di Lettura
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

 

27 OTTOBRE ORE 10.00

MARCOVALDO

Tratto dalle novelle di Italo Calvino

Fondazione Aida | 8-13 anni | 55 minuti | teatro d'attore 

 

Lo spettacolo è basato su alcune delle note novelle di Calvino provenienti dalla raccolta “Marcovaldo”: siamo quindi di fronte ad un teatro dove la narrazione ha un peso ed una presenza nettamente maggiore del dialogo; tuttavia quest’opera di Calvino resta estremamente visiva e lo stesso autore la paragonava alle vignette umoristiche. Vi si narrano le vicende di Marcovaldo, padre di famiglia, e del suo rapporto di amore e odio con la natura e la città. Lo spettacolo ci farà vedere con l’occhio stralunato con cui il protagonista osserva tutti e tutto, cercando di carpire, tra le crepe del cemento, lo spuntare di un fungo. Nella nostra riduzione ci siamo posti l’obiettivo di rimanere totalmente fedeli al testo di Calvino, pur consapevoli di mettere di fronte ai ragazzi un linguaggio di quasi cinquant’anni fa. Crediamo che questa operazione possa essere uno stimolo per loro, costretti a confrontarsi con narrazioni che richiedono una particolare attenzione ed uno spunto per insegnanti ed educatori di fronte al progressivo impoverimento lessicale delle nuove generazioni.

 

24 NOVEMBRE ORE 10.00

ALICE E I DIRITTI DELLE MERAVIGLIE 

Testo ispirato a “Il grande libro dei diritti dei bambini” di Amnesty International

Fondazione Aida | 6-11 anni | 60 minuti | teatro d'attore

 

Alice è tornata nel “Paese delle Meraviglie” dopo un lungo viaggio compiuto nel “Paese della Realtà”. Partita senza bagaglio, è tornata con una pesante valigia: dentro ci sono oggetti e ricordi legati agli episodi del suo peregrinare. Ad ogni oggetto è legata una storia, ad ogni storia un bambino, ad ogni bambino un diritto negato. Alice ripercorre così i diritti fondamentali dell’infanzia, raccontando storie di infanzia negata con la leggerezza e la sincerità tipica dei bambini ed evitando gli eccessi drammatici.
Uno spettacolo dalla struttura semplice per renderli consapevoli dei loro diritti, dai quali troppo spesso sono privati, a cominciare dai bambini del cosiddetto “primo mondo”.
Un racconto che culmina nella celebrazione di questi diritti e nella trasmissione di un messaggio importante: la salvaguardia dell’infanzia.

 

15 DICEMBRE ORE 10.00

BABBO NATALE E LA POZIONE DELLE 13 ERBE

Fondazione Aida | 6-11 anni | 60 minuti | teatro d'attore

 

Quest'anno Babbo Natale si troverà ad affrontare la bellissima ma crudele Regina Tormenta, la quale dopo aver scagliato su di lui un terribile incantesimo e avergli congelato il cuore, si è impadronita della magica slitta per portare a termine il suo terribile piano segreto. Nikolas, l'apprendista di Babbo Natale, e Rudolph, la fidata renna dal naso rosso, per poter salvare il Natale dovranno allora avventurarsi sui monti della lontana Svizzera alla ricerca del Vecchio Gnomo Saggio, il solo in grado di indicare loro dove crescono le tredici erbe magiche necessarie per realizzare la pozione in grado di sciogliere l'incantesimo e liberare il cuore di Babbo Natale. Un girandola di avventure e colpi di scena canzoni completamente originali ma sempre nel rispetto della tradizione e della magica atmosfera del Natale.

 

24 GENNAIO ORE 10.00

LE FAVOLE DELLA SAGGEZZA

ispirato alle favole di Esopo, Fedro e La Fontaine

I teatrini - Napoli| +5 anni | 60 minuti | teatro d'attore e maschere 

Tra maschere e semplici elementi di scena prendono vita le più famose favole di animali parlanti che dall’antichità hanno attraversato i secoli e le civiltà e che ancora oggi continuiamo ad amare sin dalla prima infanzia: La volpe e l’uva, Il Lupo e l’Agnello, La volpe e il Corvo, La Cicala e la Formica, La Lepre e la Tartaruga ecc. Le percussioni e le giocose sonorità dialogano dal vivo con i divertenti e ironici personaggi che da Esopo a La Fontaine tramandano i loro insegnamenti; animali che rappresentano vizi e virtù di un’umanità sempre uguale a se stessa. Ogni favola è un’immagine semplice, comprensibile in ogni luogo e in ogni tempo : c’è il furbo, l’ingenuo, il potente prepotente, l’umile, lo sciocco, il previdente, l’arrogante, il presuntuoso, il povero innocente. Per tutti c’è una morale che ci insegna a destreggiarci nella vita. Semplici storie per maschere e tamburi, pillole di saggezza quotidiana e morali universali per grandi e bambini.

 

26 GENNAIO ORE 10.00

ANNA FRANK

ispirato al Diario di anna Frank, dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità

Fondazione Aida | +12 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Per il tredicesimo compleanno Anne riceve in regalo un quaderno, che diventa il suo diario segreto diretto a Kitty, un’amica immaginaria cui confidare i suoi pensieri. Il diario per Anne rappresenta l’unica possibilità di esprimersi, di raccontare le proprie esperienze e i propri pensieri di adolescente che sta vivendo i primi amori, le incomprensioni con il padre e il distacco dalla madre. Ma il Diario di Anne descrive soprattutto la sua vita nei due anni in cui lei, la sua famiglia e altre quattro persone, tutti ebrei, hanno vissuto nascondendosi dalla persecuzione nazista, prima di essere traditi e deportati. Nel racconto scenico scopriremo la vera storia di Anne, quello che viveva e provava durante la clandestinità, durante il suo viaggio verso il campo di concentramento di Auschwitz e negli ultimi giorni della sua vita. Attraverso lo studio di documenti originali e studi svolti in tutti questi anni la figura di Anne si svelerà agli occhi dei ragazzi: una ragazza coraggiosa e capace di tradurre in parole molto più mature di lei gli avvenimenti che stavano travolgendo il suo mondo.

 

22 FEBBRAIO ORE 10.00

UN BRUTTO BRUTTISSIMO ANATROCCOLO

dalla fiaba di Hans Christian Andersen

Fondazione Aida | +3 anni | 55 minuti | teatro d'attore

 

A chi non è capitato di sentirsi un brutto anatroccolo? Tre protagonisti, tre strani personaggi un po' "brutti" e un po' "diversi" si mettono d'accordo e iniziano a raccontare la bellissima favola di Andersen. Ecco allora che sulla scena appaiono come per magia le vicissitudini del povero piccolo anatroccolo beffato dalle anatre, beccato dai polli e respinto persino dalla ragazza della fattoria a causa della sua bruttezza e diversità. Nel raccontare la storia, però, i nostri "eroi" si renderanno conto che ognuno di noi, bello o brutto, bravo o meno bravo, ha sempre un piccolo tesoro dentro di sé, e anche chi non è destinato a trasformarsi in un bellissimo cigno può in qualche modo diventarlo. Lo spettacolo, oltre a sollevare il tema della diversità discriminata, è ricco di spunti didattici propedeutici all'insegnamento della lingua inglese, facendo così diventare l'apprendimento un gioco da ragazzi!

 

31 MARZO ORE 10.00

UN BULLO PER AMICO

Teatro Libero - Palermo | 8-11 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Un ragazzo che si affaccia alla prima adolescenza, Walter, è il protagonista della vicenda. Egli è un po’ diverso dagli altri, così spesso viene preso in giro, in particolare da Tito, il ragazzo più grande della classe, che ne fa il suo zimbello. Ma Walter non è consapevole di tutto ciò ed accoglie le azioni, a volte davvero scorrette del compagno, con lo stesso entusiasmo con cui accetterebbe una prova di amicizia. Ha però una mamma molto attenta che comprende la situazione e, cercando l’alleanza di una tra gli insegnanti del figlio, piuttosto che giudicare, etichettare o condannare senza appello Tito, cerca una strategia per contenere e modificare la situazione disfunzionale. Una storia semplice, quotidiana, come tante altre vissute nell’ambiente scolastico.

 

All
Photo
Video

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.