•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Progetti di Lettura
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

Sabato 14 Novembre 2015 | ore 21.00 

LA VERSIONE DI BARBIE

Con Alessandra Faiella


 

La bella addormentata si sa, era imbottita di Xanax. Per anni ci hanno fatto credere che
Biancaneve fosse felice di essere la schiava dei settenani. Più che una fiaba, la vita di
una donna è un horror! Sin dall'infanzia! Ad allietare ci pensava la Barbie, il prototipo
della donna ideale. La Barbie è la donna perfetta, noi no. Noi ci barcameniamo tra
lavoro, carriera, figli, mariti, amanti, palestre ed estetiste, ossessionate dall'idea di una
perfezione che non riusciremo mai a raggiiungere. Il sogno di libertà si è trasformato
in una schiavitù da incubo. E allora?! E allora smettiamo di lamentarci e prendiamo in
mano la nostra vita. Attraversando con piglio ironico l'itinerario di formazione della
donna di oggi, l'attrice invita a uscire fuori dal tunnel della finta emancipazione, poichè
il sonno della ragione ha già generato troppi mostri.

 

Sabato 21 Novembre 2015 | ore 21.00  

LE DOLENTI NOTE

Con La Banda Osiris


Il furore dissacratore della Banda Osiris si concentra, in questo nuovo spettacolo, sul
mestiere stesso di musicista. Prendendo spunto dall’omonimo libro, la Banda Osiris
trasforma le pagine scritte in un viaggio musical-teatrale ai confini della realtà, raccontando
tutti i lati più particolari, divertenti e curiosi di chi ha deciso di fare della musica
il proprio mestiere. Con l’abilità mimica, strumentale e canora che li contraddistingue,
i quattro protagonisti si divertono con ironia a elargire provocatori consigli: dal perché
è meglio evitare di diventare musicisti a come dissuadere i bambini ad avvicinarsi alla
musica, da quali siano gli strumenti musicali da non suonare a come eliminare i musicisti
più insopportabili. Attraverso musica composta e scomposta, musica da camera
e da balcone, Beatles e Vasco Rossi, la Banda Osiris tratteggia il ritratto impietoso della
figura del musicista: presuntuoso, permaloso, sfortunato, odiato, e, raramente, amato.
Uno spettacolo per tutti i gusti e tutte le età!

 

Sabato 19 Dicembre 2015 | ore 21.00  

NOVECENTO

Teatro Fuori Rotta


Capolavoro indiscusso di Alessandro Baricco, Novecento continua ad essere, a quasi
vent’anni dal debutto, tra i monologhi più rappresentati ed apprezzati dal grande pubblico.
L’opera, ulteriormente consacrata al successo nel 1998 grazie alla realizzazione
cinematografica di Giuseppe Tornatore “La leggenda del pianista sull’oceano”, narra la
singolare storia di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, nato su una nave e di lì mai
sceso. L’uomo che suonava una musica indefinibile, che non esisteva, ma che faceva
innamorare tutti quelli che passavano su quel piroscafo, il Virginian.

 

Sabato 30 Gennaio 2015 | ore 21.00  

INSONNIE

Ars Creazione e Spettacolo | Fondazione Aida


La mente non può dormire, può solo giacere sveglia, ingolfata, ad ascoltare la neve
che si aduna come per l'assalto finale. Vorrebbe che venisse Cechov a somministrarle
qualcosa - tre gocce di valeriana, un bicchiere d'acqua di rose - qualunque cosa, non
importa. La mente vorrebbe uscire di qui, fuori, sulla neve. Vorrebbe correre con un
branco di belve irsute, tutte denti, sotto la luna, in mezzo alla neve, senza lasciare
traccia, neanche un'impronta, nulla. è malata, stasera, la mente.
Da Insonnia Invernale di Raymond Carver.

 

Sabato 27 Febbraio 2015 | ore 21.00

PIANOFORTE VENDESI  

Ars Creazione e Spettacolo | Fondazione Aida  

È la notte dell'Epifania, sera di festa a Bellano, sul Lago di Como. Dal treno scende «il
Pianista» – così chiamato per via delle sue mani lunghe e affusolate –, ladro di professione.
Piove, fa freddo. Perlustrando le contrade il Pianista incappa in un cartello affisso
su un vecchio portone: «Pianoforte vendesi». Incuriosito decide di entrare...
Pianoforte vendesi è la storia di un ladro che deve scegliere tra le buone e le cattive
azioni: il bianco e il nero, come i tasti del pianoforte. I gesti che si troverà a compiere
rivelano un grande desiderio di riscattare la sua umanità. Sullo sfondo, in una dimensione
quasi di mistero c'è un'intera collettività, un paese sospeso – per una notte – fra
legalità e illegalità, fra lecito e illecito, fra comandamento etico e abitudine.

 

Domenica 13 Marzo 2015 | ore 21.00

LA SEMPLICITA' INGANNATA

Con Marta Cuscunà


Oggi c'è estremo bisogno di parlare di Resistenze femminili perché nella nostra società
la figura femminile è molto contraddittoria: da un lato abbiamo bisogno di garantire
per legge la presenza minima delle donne in politica attraverso le quote rosa; dall'altro
proprio le donne sono al centro della vita mediatica in quanto merce di scambio tra
politici e imprenditori corrotti...
La semplicità ingannata racconterà da quali semi è nata la rivendicazione delle donne
nel Cinquecento, nel tentativo di ridare slancio a una rivoluzione di cui non sentiamo
più il bisogno, e forse non per un caso fortuito, ma per una precisa strategia che,
anche se con modalità apparentemente diverse, ci schiaccia ancora sotto lo strapotere
maschile.

 

All
Photo
Video

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.