•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Progetti di Lettura
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

Fondazione Aida, in collaborazione con Ippogrifo Produzioni e con il patrocinio di ESU, presenta presso il teatro Stimate di Verona una rassegna teatrale. Da novembre ad aprile novespettacoli per portare in scena altrettanti testi accuratamente scelti. Spettacoli per pensare, crescere e divertirsi immersi nella magica atmosfera del teatro.

Una piccola rassegna: una boutique del buon teatro. Rigorosamente di venerdì e rigorosamente intriganti!
Segui la pagina facebook dedicata alla rassegna https://www.facebook.com/vateatro

VENERDì A TEATRO

VENERDI 20 Novembre ore 21.00

LUCI – OH

VENERDI 27 Novembre ore 21.00

TUTTA COLPA DI EVA

Ambientato interamente nell’ufficio dirigenziale di una galleria d’arte, la commedia si apre dipingendo il rapporto viscerale tra i due titolari: Roberto, un uomo colto, raffinato, refrattario a sentimentalismi e ad ogni forma di eccesso, anche verbale, e Marta, una donna capace, forte, diretta, passionale. Tra i due il fantasma della segretaria, licenziatasi da poco, e le selezioni della nuova assistente per la galleria. Viene assunta SvEva, ragazza giovane e perbene in cerca di lavoro e di una opportunità per sfondare. Tra un’inaugurazione e lo studio di nuovi progetti appare l’ex fidanzato di SvEva, Leo, ed emergono direttamente o indirettamente le dinamiche più profonde, sottili e nascoste tra i personaggi.Stalking e violenze fisiche e verbali, crudeltà espresse o raccontate, dove identificare con certezza vittime e carnefici risulta sempre più complesso mano a mano che l’opera prosegue nel suo racconto

VENERDI 01 Dicembre ore 21.00

ILIADE

 tratto dall'omonimo romanzo di Alessandro Baricco 

In una cucina colorata, vintage, squisitamente pop, americana, spaziosa, giocosa prendono voce i personaggi dell’Iliade. La cucina, per eccellenza fulcro della quotidianità domestica, luogo supremo della vita e della morte: dove si mangia e dove si viene mangiati, dove c’è il fuoco dei fornelli e l’acciaio dei coltelli, dove ci si trova e ci si scontra, tra private discussioni domestiche e guerre familiari, luogo di un’epica battaglia. Gli abitanti, attori, personaggi di questa cucina, sono le “voci” di Omero, gli stranieri radunati loro malgrado nell’esercito di Agamennone, coinquilini forzati dell’accampamento che dovrebbero perseguire un fine comune, ma che si perdono nelle rivendicazioni personali, nei sentimenti privati, singoli, nelle conflittualità della convivenza.

VENERDI 22 Gennaio ore 21.00 

L'AMICO RITROVATO

Hans e Konradin sono due giovani sedicenni che vivono nella Germania ai tempi in cui il Nazismo sale al potere. Hans ha origini ebree e Konradin proviene da una nobile famiglia tedesca. Tra i due ragazzi nasce un’amicizia profonda e sincera. Ma non è destinata a durare: Hitler sale al potere e in Germania gli ebrei si sentono sempre più in pericolo. Hans viene spedito dai genitori in America, da alcuni zii, e Konradin, come molti giovani tedeschi, aderisce incondizionatamente al Nazismo. Solo dopo molti anni, raggiunto da una lettera, speditagli dal Liceo Tedesco in cui aveva studiato, che chiede dei fondi per la costruzione di un monumento funebre agli ex alunni caduti nella Seconda guerra mondiale, Hans rilegge i nomi dei compagni e tra quelli elencati legge, con grande stupore e commozione, anche il nome di Konradin e viene a sapere che è stato giustiziato perché coinvolto nel complotto organizzato per uccidere Hitler. Proprio leggendo quella lettera, Hans si rende conto di aver ritrovato, almeno nel suo cuore, l’amico che credeva perduto.

VENERDI 05 Febbraio ore 21.00

ANTIGONE 1939

Un’Antigone cinematografica che ricolloca il capolavoro di Sofocle in un nazi-cabaret della Berlino del 1939. Ricordando Anouilh e Brecht il regista Aberto Rizzi riporta l’opera alla forza originale dello scontro tra un singolo e la tirannia. Le parole restano quelle di Sofocle, le parole che da oltre 2500 anni vivono nei teatri di tutto il mondo. Completamente nuovo invece è il mondo visivo creato dalla regia piena di invenzioni, di suggestioni che avvicinano il classico allo spettatore moderno. In scena si canta, si suona, si recita. Si sogna.

VENERDI 19 Febbraio ore 21.00

METAMORFOSI..IL VIAGGIO

 

Lo spettacolo narra la storia di un viaggio compiuto alle soglie del XX secolo da alcuni giovani in cerca di una trasformazione radicale della loro vita durante il quale essi entreranno in una sorta di magica atmosfera onirica grazie al racconto di quelle storie di “metamorfosi” cantate da Ovidio nell’opera che lo ha reso celebre. Giunti a destinazione i nostri protagonisti avranno compiuto una vera e propria metamorfosi interiore e fatto proprio l’in¬segnamento di Ovidio secondo il quale: “non c’è mai una vera fine al nostro viaggio poiché tutto si trasforma e nulla perisce e tutti noi non siamo altro che esse¬ri in perenne viaggio destinati ad una perpetua metamorfosi all’interno di questo grande universo”.

VENERDI 04 Marzo ore 21.00

O.Z. STORIA DI UN'EMIGRAZIONE


A causa di un uragano, la nave da crociera sulla quale viaggia la piccola e viziatissima Dorothy, naufraga. Al risveglio la bambina si ritrova catapultata in una realtà mai vista prima. Comincia per lei un lungo cammino attraverso paesaggi meravigliosi ma anche terre devastate dalla guerra e dalla povertà. Durante il percorso Dorothy incontra persone incredibili tra cui una ragazza che vuole conquistare il proprio diritto allo studio (ki spaventapasseri che desidera un cervello); un burbero ragazzo che desidera conquistare la libertà di amare chi vuole (il taglialegna in cerca di un cuore); ed un disertore che tutti immaginano gloriosamente morto in battaglia (il leone codardo). Tutti sono in viaggio verso O.Z. Verso la speranza, verso l’utopia di cambiare la propria vita. Ma O.Z. è una finzione, solo una delle tante “Lampedusa” dei nostri giorni.

VENERDI 01 Aprile ore 21.00

FUORIOSA

La Furiosa è gioco teatrale per dame cavalieri scale corde lenzuola e machinae ispirato all’Orlando furioso di Ludovico Ariosto.  Nel giardino dell’impossibile crescono i frutti del meraviglioso: sono i boschi della fantasia che dal poema di Ariosto piombano sulla scena, ricordando l’antica via dei cantari che di Francia e di Spagna scendevano nella valle padana e inventavano, su una lingua già europea, le storie di Orlando, Angelica, Ferraguto, Bradinmarte e degli altri paladini.

 

DAL 27 NOVEMBRE PARTE ANCHE LA RASSEGNA TEATRALE PER LE SCUOLE SUPERIORI

Dal 27 Novembre al 1 Aprile, otto mattine al Teatro Stimate di Verona.

  • VENERDI 27 Novembre ore 11.15 - TUTTA COLPA DI EVA
  • MARTEDI 1 - MERCOLEDI 2 Dicembre ore 11.15 - ILIADE
  • VENERDI 22 Gennaio ore 11.15 - L'AMICO RITROVATO
  • VENERDI 5 Febbraio ore 11.15 - ANTIGONE 1939
  • VENERDI 19 Febbraio ore 11.15 - METAMORFOSI..IL VIAGGIO
  • VENERDI 4 Marzo ore 11.15 - OH, BOY!
  • VENERDI 19 Marzo ore 11.15 - O.Z. STORIA DI UN'EMIGRAZIONE 
  • VENERDI 1 Aprile ore 11.15 - FUORIOSA

 

 

 

BIGLIETTI • intero 10.00€ / ridotto 6.00€ • tesserati ESU 3.00€ • 1 disabile + 1 accompagnatore 10.00€ / in accordo con Teatri 10 e lode - promosso da Dismappa • pacchetti: 9 ingressi 45.00€ Per le scuole: biglietto unico 6.00 €

All
Photo
Video

Appuntamenti

Video

LA RICERCA NON HA DATO RISULTATI

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.