•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Progetti di Lettura
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

 

9 novembre 2013 |  ore 20.45
Balletto di Milano in
"ROMEO E GIULIETTA" 

Balletto in due atti tratto dall ’omonima tragedia di W. Shakespeare 
Musica: Piotr Ilic Ciaikovskij
Coreografia: Giorgio Madia
Scene e costumi: Cordelia Matthes
Lighting designer: Jean Paul Corradori  
Il linguaggio della danza, come diceva Béjart, non deve esprimere concetti molto complicati ma solo i più semplici: vita, morte, guerra, amore, tristezza e gioia. Il dramma di Romeo e Giulietta nell’immaginario collettivo è l’archetipo, l’icona, dell’amore perfetto anche se (o proprio perché) in contrasto con la società e con il mondo. La chiave dell’interpretazione di Giorgio Madia, seppur nella tradizione del testo, ha cercato la ricomposizione temporale degli eventi: una storia che parte dal culmine del dramma e si snoda con lo scopo di enfatizzare.



21 dicembre 2013 |  ore 20.45
Compagnia Astro Roma Ballet in
"ALADINO"  
  
Direzione artistica: Diana Ferrara Musica: N. Sawhney, A. Vivaldi, M. Glinka, G. Caccini, J. Pook Coreografia: Daniela Megna e Diana Ferrara Voce recitante: Sergio Ammirata Testi: Alessandro Savona Cunto e Maurizio Maiorana Con: Daniela Megna/Angela D’Alessandro (il genio) e con Francesca Zavattaro, Elisa Aquilani, Pietro Valente, Cialì Sposato, Margherita Sabbadini/Jennyfer Beranzoli, Domenico Ramelli 

Quasi sempre le favole sono una celebrazione deidesideri umani e la loro realizzazione è il sogno che si avvera, che dà la felicità. Chi di noi non ha mai pensato che se avesse avuto tra le mani una lampada magica come quella di Aladino non avrebbe esaudito tutti i suoi desideri...?  Prendendo spunto dall’omonima e nota favola, La Compagnia ASTRA ROMA BALLET ci propone una riflessione sul cammino spirituale che ogni uomo deve affrontare per ritrovare se stesso attraverso la figura di Aladino e le dure prove che la vita gli ha imposto nel cammino verso la realizzazione di sé. Il balletto sarà un racconto che ammalierà grandi e piccini.

 

 

8 febbraio 2013 / ore 20.45

Compagnia Abbondanza / Bertoni in

"LE FUMATRICI DI PECORE"

Con il sostegno di: Provincia Autonoma di Trento - Servizio Attività Culturali / Comune di Rpvereto - Assessorato alla Cultura

Un progetto di: Antonella Bertoni; regia: Michele Abbondanza; coreografie, scene e costumi: Antonella Bertoni; con: Patrizia Birolo e Antonella Bertoni; luci: Andrea Gentili

Sul tappeto bianco della scena due donne in nero entrano per scrivere con i loro corpi, fisicamente antitetici, una storia di amicizia e di solidarietà, di sofferenza e di gioia, di condivisione e reciprocità. Antonella Bertoni, assieme a Patrizia Birolo, incontrata durante dei laboratori presso La Girandola di Torino, portano sul palco un folgorante e commovente duetto di teatro - danza difficilmente catalogabile.


22 marzo 2014 / ore 20.45

Compagnia Proballet

"BLACK AND WHITE"

DAL BUIO ALLA LUCE

QUESTO PROGETTO SI COLLOCA NEL PROGETTO MONDIALE DANCE FOR CHANGE

Coreografia: Marcello Algeri; direzione: Sabrina Rinaldi; musica: Varie; costumi: Atelier Proballet; con: Sabrina Rinaldi, Bianca Bonaldi, Valentina Quaroni, Lesile Sanna, Elena Crespi, Marcello Algeri, Matteo Donetti, Alessandro Romano, Gianni Camperchioli, Michael Fuscaldo

Un balletto dove i danzatori cercano di uscire dal buio e arrivare alla luce ma, nel loro intento per raggiungere la perfezione, soccombono spesse volte a causa delle varie sfaccettature della psiche umana come l'ambizione, la seduzione, la nascita , la morte e degli eventi. Marcello Algeri, il coreografo, è stato influenzato dal surrealismo e dal minimalismo durante la creazione di questo lavoro ed ha mescolato linee classiche a movimenti contemporanei taglienti, che danno imprevidibilità al pezzo nel suo insieme.



All
Photo
Video

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.