Un moltiplicatore di opportunità. Da non lasciarsi sfuggire.

Il progetto “Impresa culturale 2.0” ha avuto l’obiettivo di fare crescere la nostra azienda su tre aspetti principali:
- Produzione artistico-tecnica;
- Organizzazione e gestione delle attività;
- Nuove modalità di relazione con i fruitori/pubblico.

Il primo punto ha permesso l’introduzione di innovazioni di prodotto e di processo con particolare attenzione alla produzione di spettacoli di musical per le famiglie, settore in cui Fondazione Aida negli ultimi anni ha fortemente creduto investendo risorse e forze creative ed organizzative.

Il secondo punto ha fatto si invece che la struttura organizzativa della nostra impresa, attraverso l’acquisto di nuovi hardware e software, potesse fare uno scatto decisivo verso processi lavorativi più snelli e customer oriented (web, database, etc).

L’ultimo step è stato pensato per porre in atto tutte le strategie possibili per migliorare la comunicazione con il pubblico e facilitare la fruizione delle produzioni artistiche e dei progetti culturali per far si che lo stesso pubblico aumenti in termini di target e numeri (audience development).

Le azioni che abbiamo messo in campo ci hanno permesso di innovare alcuni processi artistici e produttivi, ridisegnando le strutture interne sia del settore organizzativo che di quello artistico-tecnico.

Fondazione Aida ha potuto così proseguire nella strada intrapresa nel corso degli anni confermandosi impresa che pone l’innovazione digitale (e progettuale in senso più generale) alla base della propria mission. In particolare il progetto “Impresa culturale 2.0” ha portato innovazione in termini di: efficienza organizzativa (hardware e software di gestione, fatturazione elettronica, etc); efficacia comunicativa (sviluppo applicativi web, incremento dell’uso dei social media, mail marketing); offerta artistica (attrezzature tecnica e consulenze artistiche); fruibilità di spettacoli e progetti culturali (servizio di biglietteria online, responsive web).