•   Chi siamo
  •   Spettacoli e Letture Animate
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

Qual è stato il ruolo delle Ville Venete nella crescita del settore vitivinicolo regionale?
I patrizi della Serenissima come hanno contribuito a elevare e differenziare il livello di qualità del prodotto vitivinicolo che conosciamo ancor oggi?
Le Ville Venete, un immenso giacimento culturale, sono al centro di un progetto promosso dalla Regione del Veneto 
per il rilancio delle economie locali e valorizzazione del sistema di valori che costituisce l’Italian Lifestyle,ben rappresentato anche dalla produzione vitivinicola e da eventi come “Sorsi d’autore”.


I modelli di sviluppo agricolo e manifatturiero organizzati in tre secoli di Pax Veneta dalla Repubblica di Venezia sono stati fondamentali nel delineare quel processo di differenziazione e specializzazione del vigneto che riconosciamo ancor oggi.

Al centro di questo progetto, quartier generale degli “afari da tera” che progressivamente si sono affiancati a queli “da mar”, c’è stata storicamente la Villa Veneta, fucina dell’attività economica e produttiva del patriziato che, in tempi non sospetti, ha anticipato il fenomeno del Nord Est. Il territorio tra Veneto e Friuli Venezia Giulia è stato così occupato da quello che oggi possiamo considerare il più esteso giacimento culturale al mondo, più di 4000 le Ville Venete tra Garda e Isonzo e, tra queste,24 villa palladiane, Patrimonio Unesco dell’Umanità.

Oggi, grazie agli interventi di recupero, tutela e successiva valorizzazione ad opera dei proprietari coadiuvati dall’Istituto Regionale Ville Venete, queste dimore, per l’85% private, rappresentano un irripetibile volano per il rilancio economico e, quali custodi della storia del territorio regionale, mostrano bene cosa sia stata la Civiltà di Villa, in nuce l’Italian Lifestyle, ben rappresentato anche dalla produzione vitivinicola.

Questi sono i temi che saranno trattati in occasione della Tavola Rotonda Ville Venete&Vino in programma lunedì 8 aprile alle ore 10.00 presso lo stand della Regione del Veneto per Vinitaly (Padiglione 4 - posizione D4/E4) e organizzato da Fondazione Aida. Modera Patrizio Roversi.


Dopo i saluti di:

Cristiano Corazzari, Assessore alla Cultura - Regione del Veneto
Federico Caner, Assessore al Turismo - Regione del Veneto


Sono previsti interventi di: 

Franco Sensini, Direttore Istituto Regionale Ville Venete, per un focus sul percorso di recupero e valorizzazione del patrimonio iniziato più di sessant’anni fa con l’Ente Nazionale
Danilo Gasparini,Docente di Storia dell’Agricoltura e dell’Alimentazione all’Università di Padova, per un excursus sul ruolo di alcune famiglie del patriziato nell’avviare il processo di specializzazione e differenziazione del vigneto che ha portato ai livelli di qualità che conosciamo oggi
Alberto Passi, Presidente dell’Associazione per le Ville Venete, presenterà la storia della genesi delle Ville Venete per capire lo sviluppo agricolo, manifatturiero ed artistico di queste dimore e il ruolo chiave che hanno oggi nelle economie locali e non solo
Meri Malaguti, direttore Fondazione Aida, per una presentazione di Sorsi d’autore, buon esempio di manifestazione capace di valorizzazione il patrimonio attraverso un’esperienza completa e trasversale delle eccellenze locali


Ingresso Libero

All
Photo
Video

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.