•   Chi siamo
  •   Produzioni teatrali
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

 

Tratto dal libro di Aldo Cazzullo, che si rivolge ai figli e a tutti i ragazzi invitandoli a non confondere la vita virtuale con quella reale.

Il gioco dei protagonisti della storia, anzi, la loro relazione, per niente facile, spesso cercata e desiderata, spesso odiata, con il cellulare, i rapporti tra il padre e i figli e cioè tra chi vede nel cellulare soprattutto i rischi e coloro che ne vedono invece una serie di molteplici possibilità, diventano sulla scena non solo rapporto tra gli attori, ma anche rapporto e relazione con quello schermo che sulla scena è spesso più luminoso e sicuramente più grande ed evidentemente più pieno di possibilità dell’attoreessere umano.

Un modo insomma per addentrarsi nelle parole di questo bellissimo libro in modo divertente e imprevedibile, col chiaro tentativo di non trovare risposte, ma di suscitare ulteriori domande.

Perché è il “porsi delle domande per cercare delle strategie” che distingue l’umano dal mezzo tecnologico.

 

 

Crediti

Produzione: Fondazione Aida 

Testo: Aldo Cazzullo

Regia: Pino Costalunga e Paolo Valerio

Con: Andrea Avanzi, Silvia Rizzi, Jacopo Zera

 

Tecnica utilizzata: Teatro d'attore e proiezioni

Durata: 60 minuti

Fascia d'età: 11 - 18 anni

 

DATE TOURNEE

 

  • 27 novembre: Auditorium Vivaldi - Cassola - ore 10:00
  • 28/29 novembre: Teatro Stimate - Verona - ore 10:00
  • 30 novembre: Teatro Mondo 3 - Moglia - ore 10:00
Video

Appuntamenti

Video

LA RICERCA NON HA DATO RISULTATI

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.