•   Chi siamo
  •   Produzioni teatrali
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

Per l'edizione 2017/2018 del Teatro Scuola, ed in concomitanza con il 35º anniversario di Fondazione Aida, la programmazione teatrale si rinnova di grandi classici della narrativa per l'infanzia mantenendo alcune delle produzioni più significative della precedente edizione. In aggiunta, a chiudere la rassegna, ci sarà uno spettacolo speciale per celebrare il 35º compleanno della Fondazione.

Per la realizzazione di questa rassegna ringraziamo insegnanti e studenti delle scuole di tutta la provincia che hanno dimostrato e continuano a dimostrare negli anni un vivo interesse per gli spettacoli proposti e per l’opportunità offerta dal teatro quale integrazione delle attività didattiche più tradizionali.

 

 

20 NOVEMBRE ORE 10.00

IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 7 ai 10 anni

Liberamente ispirato a Il giro del mondo in 80 giorni di J. Verne.

Mr. Fogg, abitudinario protagonista, mangia ogni giorno le stesse cose...ma l’intraprendente domestico Passepartout – con una ricca esperienza di cucina acquisita nel suo precedente percorso lavorativo – lo aiuterà a conoscere le varietà dei cibi del mondo oltre che i principi della corretta alimentazione e del rispetto dell’ambiente. In un succedersi incalzante di irresistibili personaggi e imprevisti colpi di scena, i piccoli spettatori viaggeranno nelle diversificate culture alimentari imparando il modo migliore di nutrirsi per crescere bene. Sul testo dello scrittore Premio Andersen Luigi Dal Cin, saremo trasportati al seguito del gentiluomo inglese che vinse una scommessa girando il mondo in 80 giorni, scoprì la piramide alimentare e, infine, trovò l’amore.

 

 

21 NOVEMBRE ORE 10.00

OH BOY!

In occasione della giornata mondiale dei diritti dei bambini 

Fondazione Aida | 60 minuti | dagli 11 anni

Tratto dal libro Oh boy! di Marie-Aude Murail

I tre fratelli Morlevent sono orfani da poche ore e hanno giurato di non separarsi mai. Siméon Morlevent ha 14 anni e un' intelligenza superiore alla media. Morgane Morlevent ha 8 anni ed è molto attaccata al fratello. Venise Morlevent, la più piccola, con i suoi capelli biondi e gli occhi azzurri è la bambina che tutti sognano. I tre Morlevent non hanno nessuna intenzione di affidare il loro futuro alla prima assistente sociale che passa. Il loro obiettivo è lasciare l'orfanotrofio dove sono stati parcheggiati e trovare una famiglia. Al momento, solo due persone potrebbero accettare di adottarli ma una delle due non brilla per simpatia e l'altro è irresponsabile...

Il libro da cui è stato tratto lo spettacolo ha vinto il Premio Paolo Ungari Unicef 2008 e il Premio LiBeR 2009.

 

 

22 NOVEMBRE ORE 10.00

ALICE E I DIRITTI DELLE MERAVIGLIE

In occasione della giornata mondiale dei diritti dei bambini

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 6 ai 10 anni

 

Testo ispirato a Il grande libro dei diritti dei bambini di Amnesty International

Alice è tornata nel “Paese delle Meraviglie” dopo un lungo viaggio compiuto nel “Paese della Realtà”. Partita senza bagaglio, è tornata con una pesante valigia: dentro ci sono oggetti e ricordi legati agli episodi del suo peregrinare. Ad ogni oggetto è legata una storia, ad ogni storia un bambino, ad ogni bambino un diritto negato. Alice ripercorre così i diritti fondamentali dei più piccoli, raccontando storie di infanzia negata, con la necessaria leggerezza ed evitando gli eccessi drammatici. Uno spettacolo dalla struttura semplice per rendere i bambini consapevoli dei loro diritti, dei quali troppo spesso sono privati, a cominciare da quelli del cosiddetto “primo mondo”.

Un racconto che culmina nella celebrazione dei diritti dei bambini, e nella trasmissione di un messaggio importante: la salvaguardia dell’infanzia.

 

   

27 NOVEMBRE ORE 10.00

IL BRUTTO BRUTTO ANATROCCOLO

Proscenio teatro | 60 minuti | dai 3 ai 6 anni

Tratto dalla fiaba omonima di Hans Cristian Andersen

Sono trascorsi esattamente trent'anni da quando nella “Fattoria del Sole Nascente”, avvenne quell'eccezionale covata che vide la schiusa di ben sette uova. La televisione ricorda l'evento chiedendosi dove sia finito l'anatroccolo nero, che aveva avuto fin da subito una vita difficile. Quel piccoletto è diventato grande, e con la forza di volontà è arrivato ad essere un valente Capitano di Marina. Nel suo splendido vestito bianco oggi sembra quasi un cigno, pattuglia il Mediterraneo cercando di salvare altri brutti anatroccoli scappati da Fattorie dove la vita è diventata impossibile.

Lo spettacolo, giocato tra attori, pupazzi e coinvolgimento diretto del pubblico, reinventa questa nota fiaba danese la cui metafora appare più attuale che mai, riscrivendola completamente, al punto di crearne una nuova.

 

 

28 NOVEMBRE ORE 10.00

FRATELLI IN FUGA

In occasione della giornata mondiale delle persone con disabilità

Santi Briganti | 60 minuti | dai 6 ai 10 anni

Fratelli in fuga ci racconta l’avventura di Lorenzo detto Lollo e di suo fratello Michele detto Michi, affetto da sindrome autistica. Lollo ora vive da solo, ma Michele non può fare a meno di lui e quindi scappa di casa raggiungendolo nella sua nuova abitazione. E' qui che i ricordi ritornano ad un'altra fuga avvenuta anni prima, quando Lollo era fuggito di casa stanco delle esigenze di un fratello asfissiante e Michele lo aveva raggiunto,rovinandogli la festa.
Nonostante questo quella notte si rivelò speciale: Michi scopre di aver bisogno di Lollo, della sua “normalità” per aiutarlo a capire il mondo, mentre Lollo capisce di avere bisogno di Michi
per comprendere meglio quello che sta nei risvolti dei sentimenti non detti tra gli esseri umani.



4 DICEMBRE ORE 10.00

IL PIFFERAIO MAGICO

Teatro P | 60 minuti | dai 5 agli 8 anni

Lo spettacolo comincia aprendo un libro speciale: come per magia sul palco appaiono i tre narratori e il racconto prende vita dall’unione di parola, musica e disegno. Il testo in rima è stato riscritto grazie al confronto con le scuole e nell’intento di giocare con la lingua italiana e la sua musicalità. La musica è inedita, eseguita dal vivo da un musicista-attore con strumenti a percussione, fiati e un vibrafono. I disegni vengono creati con l'innovativa tecnica della sabbia-arte e proiettati su un grande schermo. Le immagini nasceranno al ritmo della musica e al suono delle parole.

Lo spettacolo riprende la famosa storia della città di Hamelin che invasa dai topi viene salvata dalla magica musica di un pifferaio. Il finale non sarà quello tradizionale della fiaba ma uno inedito e originale.

 

 

11 – 12 DICEMBRE ORE 10.00

IL MAGO DI OZ

Fondazione Aida e Febo Teatro | 60 minuti | dai 4 agli 8 anni

La piccola Dorothy, una bambina che vive nel Kansas assieme ai propri zii e a Toto, il suo cane, viene scaraventata da un ciclone improvviso in un paese popolato da strani personaggi. Il suo unico pensiero è quello di fare ritorno a casa, ma pare che il solo che possa aiutarla è il Mago di Oz. Lungo il viaggio Dorothy incontra lo Spaventapasseri che crede di aver bisogno di un cervello, il Boscaiolo di Latta alla ricerca di un cuore e il Leone che ha perso il suo coraggio. Camminando insieme ognuno di loro affronterà le proprie paure mostrando di possedere già ciò che pensava gli mancasse. 

Per raccontare la storia utilizzeremo le macchine che, prima degli strumenti digitali venivano usate in Teatro per riprodurre i suoni come quello del vento o quello dei tuoni, e grazie alla quali verranno creati effetti magici e paesaggi coloratissimi. Assieme agli attori e ai pupazzi questo sarà il nostro gioco teatrale stimolando la fantasia e la forza creativa del nostro “io bambino”.

 

 

13 DICEMBRE ORE 10.00

UN PAZZO VIAGGIO DI NATALE 

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 4 agli 8 anni

Un treno bizzarro che condurrà gli spettatori a compiere un emozionante viaggio nella fantasia, dove un "diverso Natale" è realtà.

Un pianeta dove è Natale tutti i giorni, dove i regali appaiono spontaneamente in ogni angolo e gli alberi sono addobbati con panettoni. Ma prima di raggiungerlo, i nostri viaggiatori dovranno affrontare mille peripezie, passando dal Polo Nord e chiacchierando addirittura con la Luna...

In carrozza dunque, per assaporare, grazie alle filastrocche di Gianni Rodari, l'atmosfera del Natale attraverso il viaggio e la voglia di scoprire! 

  

 

18 DICEMBRE ORE 10.00

STORIE DI GNOMI CORAGGIOSI

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 3 ai 7 anni

Liberamente ispirato a “Lo gnomo del ricordo” di Paola Favero

Lo spettacolo racconta storie piene di meraviglie del piccolo popolo degli gnomi e di altri mondi fatati e si rivolge a piccoli, genitori e nonni che credono nel miracolo delle cose che parlano al cuore. Si entra così in un’atmosfera di magia e incanto tra montagne, valli e torrenti, un mondo misterioso che ci cattura con la sua forza, con le piante, gli animali, i ritmi del bosco. I personaggi magici, gli gnomi, sono lo spunto per parlare dell'importanza della fantasia e dell'incanto.

Lo spettacolo vuole stimolare la lettura e la narrazione perché grandi e piccini riscoprano l’importanza della fiaba. La scrittrice di questo racconto, Paola Favero è funzionario del Corpo Forestale dello Stato presso il Parco Nazionale Dolomiti e nei i suoi libri racconta il mondo magico e misterioso dei monti e delle loro tradizioni.



20 DICEMBRE ORE 10.00

BUON NATALE, BABBO NATALE

Fondazione Aida | 90 minuti | dai 5 ai 10 anni 

 

E se Babbo Natale non potesse più portare i doni ai bambini come fa da sempre puntualmente ogni anno? Il Natale rischierebbe di diventare un giorno come tanti altri, anzi, più triste e noioso. Nel suo primo volo di prova, Babbo Natale si è incastrato nel camino della casa di due bambini e non riesce più a venirne fuori. A dire il vero Babbo Natale in questi ultimi tempi è molto ingrassato, mangia solo delle grosse caramelle colorate mandategli da un ammiratore sconosciuto e non ne vuole proprio sapere di mettersi a dieta. Ma la cosa peggiore è che gli è passata anche la voglia di volare con la sua slitta. Per fortuna Federico e Chiara, i bambini protagonisti di questa storia alla fine troveranno il modo di aiutare Babbo Natale ad uscire dal camino. Tra colpi di scena e gran divertimento, il Natale sarà salvato e tutti potranno cantare insieme e felici: “Buon Natale, Babbo Natale!”

 

 

18 – 19 GENNAIO ORE 10.00

IL PICCOLO PRINCIPE

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 6 ai 13 anni

 

A settant'anni dalla pubblicazione, la favola dello scrittore ed aviatore francese continua a emozionare, far riflettere e appassionare ancora molte generazioni. Un messaggio di tolleranza e amore, nonché di riscoperta del valore dei sentimenti e dello sguardo ingenuo e sincero dei bambini sulle cose, portato in scena con delicatezza e complicità dai due protagonisti: il Piccolo Principe e il Pilota. Da sfondo, una scenografia semplice e minimale che evocherà, in un gioco di origami, le pagine bianche di un libro. Un racconto poetico per scoprire la ricchezza dell’amicizia e per non smettere di usare l’immaginazione.

 

  

22 GENNAIO ORE 10.00

CON LA LUNA PER MANO

I Teatrini | 50 minuti | dai 3 ai 6 anni

 

E’ lo sguardo bambino con cui due personaggi teneri e stra-lunati si incontrano in uno spazio immaginario, dove una luna sfuggente e scherzosa si lascia afferrare come un palloncino per farsi amica e compagna di giochi. Grazie a piccoli oggetti e al loro corpo, i due personaggi, si scoprono, creano piccoli universi, forme, colori, insolite e divertite narrazioni. La musica sostiene i loro movimenti ed evoca l’emozione mentre la parola ogni tanto prende forma, scherza col gesto e poi scompare. Lo spettacolo è un piccolo universo immaginifico, che parte dalla centralità del corpo come terreno di creazione e di visionarietà, per rivolgersi a quel pubblico che a partire dai piccolissimi, ha ancora bisogno di guardare la luna e tenerla per mano.

 

 

24 GENNAIO ORE 10.00

L'AMICO RITROVATO

In occasione della giornata mondiale della memoria

Fondazione Aida | 50 minuti | dagli 11 anni

 

Hans e Konradin sono due giovani sedicenni che vivono nella Germania ai tempi in cui il Nazismo sale al potere. Hans ha origini ebree e Konradin proviene da una nobile famiglia tedesca. Tra i due ragazzi nasce un’amicizia profonda e sincera. Ma non è destinata a durare: Hitler sale al potere e in Germania gli ebrei si sentono sempre più in pericolo. Solo dopo molti anni, raggiunto da una lettera, Hans rilegge i nomi dei compagni e tra quelli elencati legge, con grande stupore e commozione, anche il nome di Konradin. Proprio leggendo quella lettera, Hans si rende conto di aver ritrovato, almeno nel suo cuore, l’amico che credeva perduto.

 

 

25 GENNAIO ORE 10.00

ANNE FRANK 

In occasione della giornata mondiale della memoria

Fondazione Aida | 65 minuti | dagli 11 anni

 

Per il suo tredicesimo compleanno Anne riceve in regalo un quaderno che diventerà il diario segreto nel quale raccontare le proprie esperienze e i propri pensieri. Anne è un'adolescente, il suo corpo sta cambiando con i suoi sentimenti che mutano e si complicano. Proprio in questa fase delicata della sua vita, lei e la sua famiglia di origine ebrea, saranno costretti a vivere in un nascondiglio segreto per scappare dalla persecuzione nazista. Nel racconto scenico scopriremo la vera storia di Anne, quello che viveva e provava durante la clandestinità, durante il suo viaggio verso il campo di concentramento di Auschwitz e negli ultimi giorni della sua vita. Attraverso lo studio di documenti originali e studi svolti in questi anni la figura di Anne si svelerà agli occhi dei ragazzi: una ragazza coraggiosa e capace di tradurre in parole molto più mature di lei gli avvenimenti che stavano travolgendo il suo mondo.

 

 

29 GENNAIO ORE 10.00

LA BELLA E LA BESTIA

Lo Stivalaccio | 60 minuti | dai 7 agli 11 anni

 

Un fitto bosco di alberi alti e scuri nasconde un bellissimo castello dal quale si scorge una fanciulla. Lei è Bella. Così bella che tutti la chiamano soltanto: Bella. Ma il castello non è certo il suo, è di Lui. No, non del Principe, ma della Bestia. Così bestia che tutti lo chiamano soltanto: Bestia. Anzi, lo chiamerebbero, se qualcuno lo andasse mai a trovare. Non è L' allestimento si ispira ad una delle storie della tradizione popolare che – tra incantesimi, trasformazioni e incontri impossibili – più hanno acceso la fantasia di narratori e artisti, dall’originale di Gabrielle Suzanne di Villeneuve passando per Basile, Perrault e i fratelli Grimm, fino alla trascrizione toscana di Italo Calvino in “Bellinda e il Mostro”.

 

 

5 – 6 FEBBRAIO ORE 10.00

PULCILELE

 

Mostra/Spettacolo per ricordare Emanuele Luzzati presso SALA BIROLLI

Casa di Pulcinella | 60 minuti | dai 4 agli 8 anni

 

Il 26 gennaio 2017 sono stati dieci anni dalla scomparsa del Maestro Emanuele Luzzati, scenografo e illustratore. Casa di Pulcinella che, dal 1983 ha collaborato con l'artista, voleva ricordarlo con questo spettacolo che prende spunto da tre produzioni i cui personaggi furono disegnati da Luzzati per la compagnia negli anni ’90. Il risultato è un originale opera comico-musicale con Pulcinella come protagonista assoluto, sostenuta dalle inconfondibili musiche di Gioacchino Rossini e ispirata dal pluripremiato cartone animato “Pulcinella” di Gianini e Luzzati. Nello spettacolo il protagonista “assediato” dalla moglie Teresina si rifugia sul tetto e fa quello che più gli piace: dormire, sognare … e sogna così un coloratissimo viaggio tra gatti canterini, principesse rapite, numeri circensi, fughe, inseguimenti e salvataggi.

 

 

16 FEBBRAIO ORE 10.00

IL SOGNO DI ARLECCHINO

Fondazione Aida | 70 minuti | dagli 11 anni

 

Arlecchino, la maschera più conosciuta della Commedia dell’Arte, è un’invenzione che risale a un attore preciso che con quella maschera e la sua compagnia riempì di stupore tutte le corti europee: si tratta del mantovano Tristano Martinelli che visse tra la seconda metà del ‘500 e l’inizio del ‘600. Quello che la storia, mescolata alla leggenda, ci racconta è che questo comico dell’arte, fu il primo ad usare la maschera di

diavolo tipica del personaggio di Arlecchino. Lo spettacolo racconta la storia e la vivacità di tutto un genere teatrale che diventò presto famoso in Europa e in tutto il Mondo: La Commedia dell’Arte.

 

 

19 FEBBRAIO ORE 10.30

LA BELLA ADDORMENTATA

Teatro Verde | 60 minuti | dai 6 ai 10 anni

 

Una Strega, arrabbiata per non essere stata invitata alla festa per la nascita della figlia del re, lancia una maledizione: quando la ragazza compirà 18 anni si pungerà con un fuso e morirà. Grazie all’intervento di tre fate la terribile profezia viene mitigata: Aurora non morirà, ma dormirà per cento anni, finché un bacio di vero amore la risveglierà. Ma per giungere dalla bella addormentata occorre prima superare le tre terribili prove: una foresta incantata, un terribile orco ed un re bugiardo. Gegè, il principe vanesio, aiutato da Zero, il suo coraggioso scudiero, tenterà l’impresa. O meglio, lascerà che sia il povero Zero ad affrontare le tre terribili prove. Ce la farà? Da solo è impossibile…

Per fortuna che ci sono i bambini in sala ad aiutarlo!
Alla fine dell’avventura sarà Aurora a dover scegliere tra il nobile di nascita e il nobile d’animo.

 

 

20 – 21 FEBBRAIO ORE 10.00

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 7 ai 10 anni

Il “Sogno di una notte di mezza estate”è una commedia leggera di trasformazioni e intrighi scritta da W. Shakespeare il più importante scrittore e drammaturgo inglese.

Questo testo ha tutti gli elementi per una fiaba perfetta per questo si presta per la trasposizione ai bambini: fiori magici, asini parlanti, incantesimi, sono gli elementi di un racconto senza tempo che ammalia e diverte.

Una notte di tempesta. In una stanza, un attore ripassa la sua parte. Poi si addormenta e allora accade l’impensabile: tutto si trasforma e la stanza diventa un bosco. Un elfo e una fata scherzano, bisticciano, si raccontano storie tra il fruscio delle foglie. L’attore si sveglia e tra loro inizia un gioco, il gioco del teatro. Tra travestimenti e gag riascolteremo le vicende mitiche di Oberon e Titania, dei loro litigi che sconvolgono la natura e delle loro tregue che riportano la pace.

 

 

26 FEBBRAIO ORE 10.00

LA GABBIANELLA E IL GATTO

Assemblea Teatro | 60 minuti | dai 6 ai 10 anni

Kengah, una gabbiana avvelenata da una macchia di petrolio, in un ultimo gesto affida il suo uovo ad un gatto grande e grosso di nome Zorba, strappandogli tre promesse: di non mangiarlo, di averne cura finché non si schiuderà e di insegnare a volare al nascituro… Luis Sepúlveda – attraverso una storia metafora – racconta con semplicità dell’uomo contemporaneo che, facendo male alla natura, finisce per far male a se stesso. Un gatto d’onore inizia un’avventura lunga quanto un libro, insieme a compagni coraggiosi, scimpanzè nevrotici, ed un'impaurita gabbianella. Luis Sepulveda, con la dolcezza di una favola, parla all’uomo, grande o piccolo che sia, rammentandogli i doveri verso la natura, ma anche verso se stesso. Allo spettatore non resta che partecipare al viaggio perché "Vola solo per chi osa farlo!"

 

 

27 - 28 FEBBRAIO ORE 10.00

LE AVVENTURE DI PINOCCHIO

Fontemaggiore | 50 minuti | dai 6 ai 10 anni

 

Un altro sguardo su Pinocchio, un'altra lettura di un libro che, come tutti i classici, non finisce mai di stupire. Questa volta un Pinocchio ormai adulto, capita per caso nel Granteatro dei Burattini.

Curiosità, destino, appartenenza....lo spettatore in platea si ritroverà burattino tra i burattini e si riconoscerà in Pinocchio, nella sua voglia di finire la storia per poterla ricominciare, fino a diventare di nuovo il ceppo d’albero fatato. Questo spettacolo è dedicato a tutti quei Pinocchi, grandi o piccini, che non vogliono smettere di essere monelli. Una lettura del libro di Collodi che punti ad indagare quanto ognuno di noi sia un possibile Pinocchio, e quanto i personaggi della

storia possano assomigliare a quelli della nostra realtà.

 

 

5 MARZO ORE 10.00

PIPPICALZELUNGHE

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 5 ai 10 anni 

Pippicalzelunghe nasce dalla penna della scrittrice svedese Astrid Lindgren e racconta le vicende spensierate di Pippi, una bambina assolutamente fuori dagli schemi, e dei suoi amici Annika e Tommy.

Pippi vive a Villa Villacolle con una scimmietta dallo strano nome, il Signor Nilsson, e con il cavallo Zietto sistemato nella veranda. Con i suoi vicini di casa e compagni di giochi vive avventure divertenti e scanzonate. In una scenografia coloratissima e divertente lo spettacolo vuole dare un quadro allegro ed esaustivo di uno dei personaggi più celebri nel mondo intero, conosciuto proprio per la sua simpatia e capacità di comunicare, di cercare guai e di comportarsi in maniera indipendente e libera.

 

 

12 – 13 - 14 MARZO ORE 10.00

IL PICCOLO VIOLINO

Teatro Libero | 60 minuti | dai 7 ai 10 anni 

 

Leo, artista e venditore ambulante, gira col suo carretto pieno di cianfrusaglie. Un giorno un cliente lo invita a conoscere Sarah, una ragazzina nel piccolo Circo Universo, dove lui stesso lavora. Leo con lei, che scopre sordomuta, stabilisce un bel rapporto di padre e la educa fino a quando sceglie di farle frequentare un collegio per darle una buona istruzione. I due si separano e Leo resta solo resta solo, ma un bellissimo giorno Sarah ritorna dal padre adottivo ben istruita. Successivamente però si innamora di un ragazzo e, dopo vari problemi, parte per vivere la propria vita. Leo, rimasto solo ancora una volta, scoprirà nonostante tutto il "segreto della felicità" per superare la solitudine. Un testo delicato e pieno di poesia, una lezione di coraggio e di generosità espressa dagli umili: avere fiducia nella vita, nell’altro e nell’amore, nonostante le ingiustizie.

 

 

19 MARZO ORE 10.00

STORIE RIVOLTANTI E RIVOLTATE

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 7 ai 10 anni

 

Roald Dahl nasce il 13 settembre 1916. Sono passati più di 100 anni da quando è venuto al mondo colui che è considerato da molti il più grande scrittore per ragazzi che mai sia esistito. I suoi libri sono stati venduti in migliaia e migliaia di copie in tutto il mondo e sono stati tratti famosi film, molti bambini e adulti l'hanno amato... Ma, ahimè, correndo gravi pericoli! Il nostro narratore lo dimostrerà con prove e dotte spiegazioni in questo incontro. Un autore che sovverte fiabe, insegna a fare pozioni pericolose, elogia la disobbedienza, si diverte a descrivere individui disgustosi, vecchie streghe malvagie, giganti crudeli e ripugnanti. A divertire maggiormente sono però quei passi in cui i bambini (e non di meno gli adulti) possono allegramente esorcizzare le fobie dello sporco e le restrizioni delle buone maniere.

 

 

26 MARZO ORE 10.00

PIERINO E IL LUPO

In occasione della giornata mondiale del Teatro

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 5 ai 10 anni

 

Tre attori pasticcioni cercano di mettere in scena la ben nota favola musicale “Pierino e il lupo” di Sergej Prokof'ev. La loro confusione diviene pretesto per puntualizzare e sottolineare passaggi didattici importanti: il meccanismo di complicità con il pubblico fa in modo che, a volte, siano i bambini stessi a spiegare le cose a questi tre "alunni" poco studiosi, impersonificando il ruolo di insegnanti. Ogni piccolo spettatore può quindi, nei momenti di interazione, dare aiuto, chiarificazioni e suggerimenti, divenendo così protagonista di un percorso di apprendimento. Prokof'ev ha scritto la sua fiaba musicale con un preciso scopo educativo: far conoscere ai bambini (e anche ai grandi) i principali strumenti dell’orchestra, il loro suono, il loro carattere espressivo. La voce narrante dello spettacolo, “il Grande Narratore “, è la voce di Dario Fo che, con il suo genio teatrale, rivisita la fiaba originale ridonandole una nuova giovinezza.

 

 

9 APRILE ORE 10.00

LE QUATTRO STAGIONI E PICCOLO VENTO

Fondazione Aida | 60 minuti | dai 4 agli 8 anni

 

Questa frizzante storia si snoda sulla base de “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi, un esempio di musica a soggetto vitale e ricca d'inventiva, che segue con sorrisi e poesia le avventure di Piccolo Vento, attraverso le stagioni e i loro cambiamenti: paesaggi, colori, profumi, sfumature, suoni... e melodie. Con l'aiuto dei tre attori in scena, Piccolo Vento parla al pubblico, attirando l'attenzione dei bambini sull'osservazione delle piccole cose della natura e sull'ascolto del racconto musicale. I tre attori in scena, alternandosi in danze e narrazioni, giocheranno insieme ai bambini ad ascoltare le parole di Piccolo Vento e ad accompagnarlo alla ricerca della sua mamma Zefiro, scivolando armoniosamente da una stagione all'altra.

 

 

La rassegna è organizzata da Fondazione Aida in collaborazione con il Comune di Verona  Istruzione, Banca Popolare di Verona e Abio, il sostegno di Fondazione Cariverona e Arteven. 
 

PRENOTAZIONE E PAGAMENTO

1. telefonare all’ufficio scuola per verificare la disponibilità dei posti - tel. 045 8001471  - 045 595284

2. confermare la prenotazione telefonica inviando tramite fax o e-mail il coupon di prenotazione interamente compilato (vedi sezione allegati) - fax | 045 8009850 - mail | scuola@f-aida.it
3. Versare la quota complessiva almeno 20 giorni prima dello spettacolo e portare copia della ricevuta di pagamento il giorno dello spettacolo:

 - tramite versamento su c/c postale n. 25064486 intestato a Fondazione Aida – Associazione Italiana Diffusione Artistica specificando causale del versamento (titolo spettacolo, data, scuola, classe);

- tramite bonifico sul conto bancoposta IBAN IT44L0760111700000025064486 intestato a Fondazione Aida - Associazione Italiana Diffusione Artistica specificando causale del versamento (titolo spettacolo, data, scuola, classe).

4. Inviare la RICEVUTA del bollettino postale o del bonifico bancario tramite fax o e-mail all'Ufficio Scuola.

*N.B. specificare nella causale: nome della scuola, classe, n ° bambini paganti , titolo e data dello spettacolo.

 

COSTI E RIMBORSI

- 5,00 € per bambini e ragazzi;

- gratuito per insegnanti accompagnatori; bambini e ragazzi diversamente abili.

* Le classi che prenotano contemporaneamente due o più spettacoli pagano l'ingresso 4,50 €.

- Il rimborso dei biglietti in caso di assenze è possibile fino al 10%sul totale degli alunni paganti

 

DISDETTA

Un'eventuale disdetta dovrà essere comunicata almeno 25 giorni prima e confermata tramite lettera o fax. In caso contrario la scuola è tenuta a pagare una penale pari al 50% dei biglietti prenotati.

TRASPORTO

Le spese di trasporto sono a carico delle famiglie o della scuola.

 

ORARI

Gli spettacoli iniziano alle ore 10.00; si raccomanda per questioni organizzative l'arrivo entro le ore 9.45

- Bambini e ragazzi dovranno essere ordinati per singole classi che saranno accompagnate ai posti loro riservati. Nella suddivisione dei posti a sedere viene data priorità all'ordine delle prenotazioni, alla fascia d'età e alla presenza di eventuali bambini/ragazzi diversamente abili. In caso di ritardo, nel rispetto del pubblico già presente, non si garantisce il posto assegnato.

 

N.B.

Per non disturbare lo svolgimento dello spettacolo si raccomanda:

- di non introdurre in sala cibi e bevande;

- di non utilizzare apparecchiature fotografiche e audio-video.

 

FONDAZIONE AIDA - UFFICIO SCUOLA

Via Dino Degani, 6 | 37125 Verona

tel. | 045 8001471 / 045 595284

fax | 045 8009850

mail | scuola@f-aida.it

All
Photo
Video

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.