•   Chi siamo
  •   Produzioni teatrali
  •   Teatri e rassegne
  •   Progetti
  •   Formazione e laboratori
  •   ITA

La 34ª edizione Teatro scuola si rinnova anche per la stagione 2016/2017 con una programmazione poliedrica per il mondo scolastico dell’infanzia, della scuola primaria e secondaria di I grado. Per la realizzazione di questa rassegna ringraziamo insegnanti e studenti delle scuole di tutta la provincia che hanno dimostrato e continuano a dimostrare negli anni un vivo interesse per gli spettacoli proposti e per l’opportunità offerta dal teatro quale integrazione delle attività didattiche più tradizionali.

 

21 NOVEMBRE ORE 10.00

ALICE E I DIRITTI DELLE MERAVIGLIE

Testo ispirato a “Il grande libro dei diritti dei bambini” di Amnesty International

Fondazione Aida – Amnesty International – sez. italiana | 6-11 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Alice è tornata nel “Paese delle Meraviglie” dopo un lungo viaggio compiuto nel “Paese della Realtà”. Partita senza bagaglio, è tornata con una pesante valigia: dentro ci sono oggetti e ricordi legati agli episodi del suo peregrinare. Ad ogni oggetto è legata una storia, ad ogni storia un bambino, ad ogni bambino un diritto negato. Alice ripercorre così i diritti fondamentali dell’infanzia, raccontando storie di infanzia negata con la leggerezza e la sincerità tipica dei bambini ed evitando gli eccessi drammatici. Uno spettacolo dalla struttura semplice per renderli consapevoli dei loro diritti, dai quali troppo spesso sono privati, a cominciare dai bambini del cosiddetto “primo mondo”. Un racconto che culmina nella celebrazione di questi diritti e nella trasmissione di un messaggio importante: la salvaguardia dell’infanzia.

 

28 NOVEMBRE ORE 10.00 

CAMILLA GIORGIO E IL DRAGO 

Fondazione Aida | +4 anni | 60 minuti | teatro d'attore

L'antica leggenda racconta di un terribile Drago che viveva nascosto nel profondo di un grande stagno e terrorizzava tutta la città. Nella nostra versione teatrale ci siamo chiesti : «Ma i draghi esistono davvero? Certo! Ma sono proprio quegli enormi bestioni che sputano fuoco, o sono qualcos’altro? Non è che quello che esce dallo stagno sia il cattivo odore emanato dall'ammasso dei rifiuti tossici accumulati lì dentro, anziché il fiato mefitico del grande mostro sputafuoco? » La principessa Camilla, il Rospo Giorgio e una Mosca antipatica sono i protagonisti di questo spettacolo esilarante e poetico, che con la forza della fiaba affronta i temi del rispetto dell’ambiente e della necessità che tutti noi, piccoli e grandi, ci prendiamo cura ogni giorno della salvaguardia di questo nostro piccolo e prezioso pianeta, soprattutto attraverso il riciclo e la raccolta differenziata.

 

29 NOVEMBRE ORE 10.00 

ILIADE

Ippogrifo | +12 anni | 70 minuti | teatro d'attore 

Alessandro Baricco riscrive l'Iliade utilizzando i mattoni stessi dell'opera originale, ma rendendo il testo omerico fruibile allo spettatore teatrale. Le azioni degli eroi, non più guidate o ostacolate dalla mano divina, diventano il riflesso di sentimenti umanissimi: il capriccio, la rabbia, l’amore, la guerra, sono guardati con occhio umano, con sfumature nitide e comprensibili nell’orizzonte dei sentimenti umani. Nello spettacolo si sottolinea il tema della violenza, ambientando le vicende dei Greci contro i Troiani in una cucina: un gioco al massacro tra forchette, coltelli, bottiglie e pentole. In poco più di un'ora di spettacolo rivivono le pagine di Omero in modo visionario e indimenticabile.

 

1 E 2 DICEMBRE ORE 10.00

IL TENACE SOLDATINO DI STAGNO 

Fortemaggiore - Perugia | 3-10 anni | 55 minuti | teatro d'attore  

E’ una notte speciale. Babbo Natale sta iniziando il suo viaggio intorno al mondo per consegnare i doni ma quest'anno tre giocattoli, per una strana sorte, vengono lasciati a casa. Un soldatino senza una gamba, una ballerina troppo perfetta e un troll invidioso caduto dal sacco.Una storia tra giocattoli in cui gli uomini non contano un gran che, fino a quando, passata la nottata, la storia finirà, lasciando solo un piccolo cuore di stagno bruciacchiato nel camino a testimonianza della tenacia di un piccolo soldatino. Quella tenacia propria dei bambini, anche se non ne riconoscono il nome: quella forza del cuore e della mente che li fa cadere e rialzarsi mille volte al giorno, che li fa provare e riprovare anche se “non si può!”

5 E 6 DICEMBRE ORE 10.00

MARY POPPINS 

Scena Nuda - Reggio Calabria | 5-11 anni | 60 minuti | teatro d'attore  

Mary Poppins è un personaggio magico che tocca le corde della fantasia e del sogno. E’ simbolo di libertà, speranza, forza gioiosa. Mary utilizza una "ricetta educativa perfetta”: amore, autonomia del fanciullo, gioia, regole, presenza, comprensione, accoglienza. Attraverso questi elementi affronterà tematiche che attualizzano questa storia un po' "datata" con elementi di studio del nostro tempo: la raccolta differenziata, l’alimentazione e la riscoperta della natura che contrasta il fenomeno delle forme di distrazione di massa che trascina ormai anche la tenera età. In questa messa in scena inoltre si va alla ricerca profonda del rapporto tra donna e fanciullo, della forza e del carisma di chi desidera educare con amore e fantasia, e della valorizzazione delle peculiarità e dell’autonomia del bambino.

 

12 DICEMBRE ORE 10.00

IL PRINCIPE FELICE

dal racconto di Oscar Wilde

Fondazione Aida | 5-10 anni | 60 minuti | teatro d'attore

 

Lo spettacolo è tratto da una delle fiabe più note, belle, ironiche e commoventi di Oscar Wilde. E' la storia di una profonda amicizia che nasce tra un rondinotto e un principe, ormai statua impreziosita da gioielli pregiati. Amicizia che evolverà fino a diventare amore e condivisione di una sorte apparentemente amara. Nonostante l'arrivo imminente dell'inverno, la rondine rimane per aiutare il principe a distribuire le sue ricchezze ai poveri e ai diseredati della città, dei quali il principe non si era mai accorto quando era in carne ed ossa, perché costretto a vivere perennemente felice dentro le mura del suo invalicabile castello. Lo spettacolo vuole essere dolce, vivace, ironico e commovente proprio come lo è la fiaba capolavoro di Oscar Wilde che sa unire sapientemente tutti questi elementi senza mai indugiare troppo sull'uno o sull'altro.

 

19 E 20 DICEMBRE ORE 10.00

UN BRUTTO BRUTTISSIMO ANATROCCOLO

dalla fiaba di Hans Christian Andersen

Fondazione Aida | +3 anni | 55 minuti | teatro d'attore

 

A chi non è capitato di sentirsi un brutto anatroccolo? Tre protagonisti, tre strani personaggi un po' "brutti" e un po' "diversi" si mettono d'accordo e iniziano a raccontare la bellissima favola di Andersen. Ecco allora che sulla scena appaiono come per magia le vicissitudini del povero piccolo anatroccolo beffato dalle anatre, beccato dai polli e respinto persino dalla ragazza della fattoria a causa della sua bruttezza e diversità. Nel raccontare la storia, però, i nostri "eroi" si renderanno conto che ognuno di noi, bello o brutto, bravo o meno bravo, ha sempre un piccolo tesoro dentro di sé, e anche chi non è destinato a trasformarsi in un bellissimo cigno può in qualche modo diventarlo. Lo spettacolo, oltre a sollevare il tema della diversità discriminata, è ricco di spunti didattici propedeutici all'insegnamento della lingua inglese, facendo così diventare l'apprendimento un gioco da ragazzi!

 

22 DICEMBRE ORE 10.00

LA FRECCIA AZZURRA

ispirato al racconto di Gianni Rodari

Fondazione Aida | 4-10 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Tratto dall'omonimo racconto di Gianni Rodari, lo spettacolo è ambientato in Italia nella notte dell'Epifania. I bambini sono in fermento perché sanno che l'indomani al loro risveglio troveranno i doni che hanno richiesto alla Befana. Non tutti però potranno provare questa gioia: Francesco per esempio, meno fortunato di loro, rischia di rimanere senza il giocattolo da lui tanto agognato, un trenino chiamato “La freccia azzurra”, perché i suoi genitori non hanno i soldi per la vecchina, buona si ma un po' burbera e severa. A questo punto la magia ha inizio: i giocattoli decidono di ribellarsi alla Befana e decidono di andare direttamente da Francesco. "La freccia azzurra" è una moderna favola di Natale ricca di speranza e condivisione a firma di uno dei maggiori scrittori italiani per ragazzi.

 

23 GENNAIO ORE 10.00

LE FAVOLE DELLA SAGGEZZA 

ispirato alle favole di Esopo, Fedro e La Fontaine

I teatrini - Napoli | +5 anni | 60 minuti | teatro d'attore e maschere

Tra maschere e semplici elementi di scena prendono vita le più famose favole di animali parlanti che dall’antichità hanno attraversato i secoli e le civiltà e che ancora oggi continuiamo ad amare sin dalla prima infanzia: La volpe e l’uva, Il Lupo e l’Agnello, La volpe e il Corvo, La Cicala e la Formica, La Lepre e la Tartaruga ecc. Le percussioni e le giocose sonorità dialogano dal vivo con i divertenti e ironici personaggi che da Esopo a La Fontaine tramandano i loro insegnamenti; animali che rappresentano vizi e virtù di un’umanità sempre uguale a se stessa. Ogni favola è un’immagine semplice, comprensibile in ogni luogo e in ogni tempo : c’è il furbo, l’ingenuo, il potente prepotente, l’umile, lo sciocco, il previdente, l’arrogante, il presuntuoso, il povero innocente. Per tutti c’è una morale che ci insegna a destreggiarci nella vita. Semplici storie per maschere e tamburi, pillole di saggezza quotidiana e morali universali per grandi e bambini.

 

24 E 25 GENNAIO ORE 10.00

ANNA FRANK

ispirato al Diario di anna Frank, dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità

Fondazione Aida | +12 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Per il tredicesimo compleanno Anne riceve in regalo un quaderno, che diventa il suo diario segreto diretto a Kitty, un’amica immaginaria cui confidare i suoi pensieri. Il diario per Anne rappresenta l’unica possibilità di esprimersi, di raccontare le proprie esperienze e i propri pensieri di adolescente che sta vivendo i primi amori, le incomprensioni con il padre e il distacco dalla madre. Ma il Diario di Anne descrive soprattutto la sua vita nei due anni in cui lei, la sua famiglia e altre quattro persone, tutti ebrei, hanno vissuto nascondendosi dalla persecuzione nazista, prima di essere traditi e deportati. Nel racconto scenico scopriremo la vera storia di Anne, quello che viveva e provava durante la clandestinità, durante il suo viaggio verso il campo di concentramento di Auschwitz e negli ultimi giorni della sua vita. Attraverso lo studio di documenti originali e studi svolti in tutti questi anni la figura di Anne si svelerà agli occhi dei ragazzi: una ragazza coraggiosa e capace di tradurre in parole molto più mature di lei gli avvenimenti che stavano travolgendo il suo mondo.

 

27 GENNAIO ORE 10.00

L'AMICO RITROVATO

tratto dall'omonimo libro di Fred Uhlman

Fondazione Aida | +12 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Lo spettacolo è la storia commovente di Hans e Konradin, due ragazzi che vivono nella Germania ai tempi del Nazismo. Il primo ha origini ebree, mentre il secondo proviene da una nobile famiglia tedesca. Tra i due ragazzi nasce una grande amicizia purtroppo non destinata a durare: Hitler sale al potere e Hans viene spedito dai genitori in America, mentre Konradin aderisce al Nazismo. Solo dopo molti anni Hans scoprirà che Konradin è stato giustiziato perché coinvolto nel complotto organizzato per uccidere Hitler. Nella mente di Hans immagini nitide si alternano ad altre più sbiadite, aiutandolo a ritrovare un amico creduto perduto e il pubblico a meditare sui grandi temi di sempre: l’amore e l’odio, la crudeltà e la giustizia, la vita e la morte.

  

30 E 31 GENNAIO ORE 10.00

GIAN BURRASCA

tratto da "Il giornalino di Gian Burrasca" di Vamba

Fondazione Aida | 5-11 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Un diario pieno di pagine bianche è il regalo che Giannino Stoppani riceve mercoledì 20 settembre 1905 in occasione del suo nono compleanno: pagine bianche tutte da riempire di fatti e di …misfatti. Il romanzo è un trionfo di fantasia, di gioia e di spensieratezza. Lo spettacolo mette in scene le avventure di un bambino vivace e pieno di gioia di vivere, in un momento in cui i bambini non ricevono più in dono diari con fogli bianchi da riempire con i racconti di sé, ma sempre più oggetti elettronici con i quali imparano a vivere solo in un mondo pre-costruito, virtuale, che spesso li esclude dal contatto con persone e cose e amplia le loro abilità tecnologiche, ma riduce la loro capacità fantastica. Mettere in scena il Giornalino di Gian Burrasca vuol dire riproporre una storia di altri tempi, forse un po’ “fuori moda”, ma che riesce a parlare ancora oggi di un mondo fatto di sentimenti semplici, ma forti, un mondo lontano, ma che ha ancora molto da dire.

 

6 E 7 FEBBARIO ORE 10.00

BRUNO LO ZOZZO 2 

liberamente ispirato al libro di Simone Frasca

Gran Teatrino Casa di Pulcinella | 3-8 anni | 55 minuti | pupazzi

 

Si tratta della seconda avventura per Bruno lo zozzo, personaggio creato dalla penna di Simone Frasca, “illustrautore” che ha pubblicato con Piemme Edizioni diversi libri dedicati a questo personaggio. Bruno è riuscito ad entrare nell’immaginario infantile come un amico noto, e il giovanissimo ed affezionato pubblico lo riconosce e ne racconta le gesta. Nella nuova avventura sarà affrontato il tema delle prime relazioni affettive, “l’innamoramento” fra i piccoli interpreti. Il riconoscimento della sfera emozionale, della consapevolezza di sé, avviene attraverso un linguaggio divertente e buffo che il bambino riconosce e nel quale si immedesima.

 

13 E 14 FEBBARIO ORE 10.00

PROCESSO ALLE VERDURE

Fondazione Aida | 4-10 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Carlotta è stata mandata a letto senza cena perché non voleva mangiare il minestrone. Si rigira nel letto arrabbiata e affamata! In fondo, che colpa ne ha lei se le verdure non sono buone? Nessuna! La colpa è delle verdure stesse. Certo, se sapessero di caramella o di cioccolata le mangerebbe, ma sanno di… Di che cosa sanno? Carlotta non lo sa, perché non le ha mai assaggiate! La trama si snoda in un susseguirsi di colpi di scena, canzoni e situazioni divertenti, in bilico tra il sogno e la realtà. La voce del sindaco è quella inconfondibile e ironica di Paolo Poli, che impreziosisce lo spettacolo come un merletto. Un invito ad un’alimentazione sana attraverso gli strumenti del teatro, che coinvolge i giovani spettatori con allegria e divertimento. La produzione, realizzata da Fondazione Aida-Teatro Stabile d’Innovazione di Verona in collaborazione con Camst, con Giunti Progetti Educativi e con l’Assessorato Agricoltura Provincia di Verona, è tratto da “Processo alle verdure - vizi e virtù alimentari degli ortaggi” di Roberto Luciani

 

20 E 21 FEBBRAIO ORE 10.00

UNA STORIA A TEMPO DI JAZZ

Fondazione Aida -SMAG (Scuola Musicale Alto Garda) | +5 anni | 60 minuti | narrazione e musica

E' possibile raccontare il jazz ai bambini in modo assolutamente naturale, come si racconta una favola o si legge una filastrocca? Certo che lo è, se consideriamo che nella vita i suoni vengono sempre prima della parola. Il jazz e tutta la sua storia è fatto soprattutto di suoni, di ritmi. Proprio per questo giocheremo con filastrocche, parole, musica dal vivo e brevi storie già note ai bambini per spiegare loro con semplicità, naturalezza e divertimento il canto e la melodia.

 

6  E 7 MARZO ORE 10.00

POLLICINO NON HA PAURA DELL'ORCO

Fondazione Aida | +4 anni | 60 minuti | teatro d'attore con oggetti animati

Dopo tanto tempo a Pollicino è venuta voglia di andare a vedere che ne è stato di quell’Orco terribile che aveva cercato di fare di lui e dei suoi fratelli un solo boccone, ma che poi era stato astutamente gabbato. Una storia successa molto tempo prima, ai tempi di Perrault. Ora che il tempo è passato, Pollicino non ha più paura dell’Orco, sa di essere molto più astuto del vecchio e panciuto Omone-Mangia-Bambini. Ma il tempo è trascorso anche per l’Orco che è diventato più vecchio, più debole, e forse un po’ più saggio.Ma Pollicino, una volta ritrovato il vecchio “amico-nemico”, per ridargli il buon umore gli racconta una storia: la storia di un piccolo bambino che assieme ai suoi fratelli viene abbandonato nel bosco e rischia di finire sotto i denti di un terribile Orco...Indovinate un po’ qual è questa storia! Un Bosco Magico pieno di amici e di personaggi simpatici ed astuti, ma soprattutto pieno di storie che sanno sempre insegnare...e che sanno donare il buon umore!

 

13 MARZO ORE 10.00 

CENERENTOLA E LA SCARPETTA DI CRISTALLO

Teatro Verde - Roma| 4-12 anni | 60 minuti | teatro d'attore, burattini e pupazzi

In scena un enorme mazzo di carte, che prende vita, si monta e si smonta e di volta in volta diventa un castello, una fattoria, un palazzo. E anche la storia a tutti nota viene smontata e rimontata dagli incredibili e comici personaggi di questa scanzonata Cenerentola. Il Cavalier Bastoni, il Due di Coppe, il Re, la Matrigna, le Sorellastre e la Fata Madrina ripercorrono fiaba, raccontandola ognuno dal proprio punto di vista, in un vorticoso caleidoscopio di immagini che ci conduce ad un ritmo crescente fino ad arrivare alla versione della vera protagonista dell’intramontabile fiaba: la Scarpetta di cristallo! Cenerentola, una storia che tutti conoscono e per questo ben si presta al gioco teatrale, in cui ognuno trova la sua chiave di lettura: dalla fascinazione per i più piccoli al gusto del paradosso per i più grandi.

 

14 MARZO ORE 10.00

LA CLASSE NON È, SOLO, ACQUA! LA PESCIOLINA

Fondazione Aida | 5-8 anni | 60 minuti | teatro d'attore e pupazzi

C’è un posto un po’ speciale nel Parco del Delta del Po, dove l’acqua di mare incontra l’acqua di fiume: la scuola Pollicino. La maestra è una piccola seppia rosa  appassionata di storie e  i suoi alunni sono pesciolini di acqua salata e d’acqua dolce che nell’acqua salmastra hanno imparato a vivere insieme: dal gigantesco Lucio il luccio alla piccola Alice, che vorrebbe trasformarsi in un pesce volante per sfuggire ai pesci prepotenti che hanno occupato il cortile della scuola. Lo spettacolo è una storia di confluenze: confluenze di caratteri e ambienti diversi, confluenze di fiumi affluenti e confluenze di parole e di racconti di mondi lontani.
Uno spettacolo per parlare di multiculturalità e di convivenza, ma anche del mondo affascinante del Parco del Delta del Po di cui rievoca gli abitanti, umani e animali , e le parole.

 

20 E 21 MARZO ORE 10.00

L'ACQUA E IL MISTERO DI MARIPURA

dal racconto di Laura Walter

Fondazione Aida | 8-11 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Oro Blu, l’Acqua sta male: si sta esaurendo. Venceslao Vapor, un magico aiutante caduto dalle nuvole, le promette di aiutarla. L’impresa consiste nel capire da che cosa dipende questa inarrestabile fine ed intervenire al più presto: senza Oro Blu la vita dell’intero pianeta cesserebbe. Occorre perdere le cose per riconoscerne il valore ? Sembra proprio di sì. Venceslao si presenta a Max, Giovanna e Mohror, tre dei tanti ragazzini che non conoscono il valore dell’acqua, e li invita a comprendere la gravità dei loro sprechi. Che fare? Innanzitutto cominciare subito a avvisare tutti del pericolo che minaccia la Terra, a partire proprio dalle loro case; diffondere nuovi comportamenti da adottare nell’ utilizzo dell’acqua con cura, senza sprechi. Coinvolgere il giovane spettatore all’argomento tramite la chiave magica consente di accedere ad un vissuto emozionale profondo che rinforza l’obiettivo di accostarlo alle buone prassi e al pensiero ecologico. L’importanza di salvare l’acqua diventa una missione, ed ogni bambino un eroe.

 

4 APRILE ORE 10.00

FILOBUS N°75

Fondazione Aida | 5-8 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Filobus n° 75 vede lo spettatore, grande e piccolo, catapultato nell'omonima filastrocca di Rodari, dove i cittadini sempre indaffarati dalla scuola o dal lavoro o dalla monotonia del quotidiano scoprono un giorno le bellezze della Natura, grazie ad una deviazione inaspettata del filobus. In questo modo lo spettatore diventa passeggero di questo colorato viaggio, che farà riflettere, divertendo. 

 

27 MARZO ORE 10.00

28 MARZO ORE 10.00

UN BULLO PER AMICO

Teatro Libero - Palermo | 8-11 anni | 60 minuti | teatro d'attore

Un ragazzo che si affaccia alla prima adolescenza, Walter, è il protagonista della vicenda. Egli è un po’ diverso dagli altri, così spesso viene preso in giro, in particolare da Tito, il ragazzo più grande della classe, che ne fa il suo zimbello. Ma Walter non è consapevole di tutto ciò ed accoglie le azioni, a volte davvero scorrette del compagno, con lo stesso entusiasmo con cui accetterebbe una prova di amicizia. Ha però una mamma molto attenta che comprende la situazione e, cercando l’alleanza di una tra gli insegnanti del figlio, piuttosto che giudicare, etichettare o condannare senza appello Tito, cerca una strategia per contenere e modificare la situazione disfunzionale. Una storia semplice, quotidiana, come tante altre vissute nell’ambiente scolastico. 

La rassegna è organizzata da Fondazione Aida in collaborazione con il Comune di Verona  Istruzione,  con il contributo di Poste Italiane, Banca Popolare di Verona e Abio, il sostegno di Fondazione Cariverona.
 

PRENOTAZIONE E PAGAMENTO

1. telefonare all’ufficio scuola per verificare la disponibilità dei posti - tel. 045 8001471  - 045 595284

2. confermare la prenotazione telefonica inviando tramite fax o e-mail il coupon di prenotazione interamente compilato (vedi sezione allegati) - fax | 045 8009850 - mail | scuola@f-aida.it
3. Versare la quota complessiva almeno 20 giorni prima dello spettacolo e portare copia della ricevuta di pagamento il giorno dello spettacolo:

 - tramite versamento su c/c postale n. 25064486 intestato a Fondazione Aida – Associazione Italiana Diffusione Artistica specificando causale del versamento (titolo spettacolo, data, scuola, classe);

- tramite bonifico sul conto bancoposta IBAN IT44L0760111700000025064486 intestato a Fondazione Aida - Associazione Italiana Diffusione Artistica specificando causale del versamento (titolo spettacolo, data, scuola, classe).

4. Inviare la RICEVUTA del bollettino postale o del bonifico bancario tramite fax o e-mail all'Ufficio Scuola.

*N.B. specificare nella causale: nome della scuola, classe, n ° bambini paganti , titolo e data dello spettacolo.

 

COSTI E RIMBORSI

- 5,00 € per bambini e ragazzi;

- gratuito per insegnanti accompagnatori; bambini e ragazzi diversamente abili.

* Le classi che prenotano contemporaneamente due o più spettacoli pagano l'ingresso 4,50 €.

- Il rimborso dei biglietti in caso di assenze è possibile fino al 10%sul totale degli alunni paganti

 

DISDETTA

Un'eventuale disdetta dovrà essere comunicata almeno 25 giorni prima e confermata tramite lettera o fax. In caso contrario la scuola è tenuta a pagare una penale pari al 50% dei biglietti prenotati.

TRASPORTO

Le spese di trasporto sono a carico delle famiglie o della scuola.

 

ORARI

Gli spettacoli iniziano alle ore 10.00; si raccomanda per questioni organizzative l'arrivo entro le ore 9.45

- Bambini e ragazzi dovranno essere ordinati per singole classi che saranno accompagnate ai posti loro riservati. Nella suddivisione dei posti a sedere viene data priorità all'ordine delle prenotazioni, alla fascia d'età e alla presenza di eventuali bambini/ragazzi diversamente abili. In caso di ritardo, nel rispetto del pubblico già presente, non si garantisce il posto assegnato.

 

N.B.

Per non disturbare lo svolgimento dello spettacolo si raccomanda:

- di non introdurre in sala cibi e bevande;

- di non utilizzare apparecchiature fotografiche e audio-video.

 

FONDAZIONE AIDA - UFFICIO SCUOLA

Via Dino Degani, 6 | 37125 Verona

tel. | 045 8001471 / 045 595284

fax | 045 8009850

mail | scuola@f-aida.it

 

All
Photo
Video

Partners

CHIUDI
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti necessari al suo funzionamento ed utili alle finalitá illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualsiasi link, acconsenti all‘uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.